Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
1 Settembre 2020

AFRICA/COSTA D’AVORIO – (1 Settembre 2020)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/COSTA D’AVORIO – Elezioni presidenziali di ottobre; il Cardinale Kutwa chiede il rispetto della legge e del dialogo

martedì, 1 settembre 2020 elezioni   vescovi   dialogo  

Abidjan (Agenzia Fides) – “La vita socio-politica del nostro Paese è entrata in un tornante pericoloso. Con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali, siamo costretti a constatare la radicalizzazione delle posizioni di entrambe le parti, che si sono accentuate dopo che il Presidente della Repubblica il 6 agosto ha annunciato la propria ricandidatura” ha dichiarato Sua Eminenza il Cardinale Jean Pierre Kutwa, Arcivescovo metropolita di Abidjan in un messaggio consegnato ieri, 31 agosto, in un incontro con la stampa.
Ricordando le recenti manifestazioni di protesta che hanno causato diversi danni materiali, innumerevoli feriti e persino dei morti, il Cardinale Kutwa si è detto che, dopo un lungo momento di silenzio, in meditazione e preghiera, non può più tacere “davanti a uno spettacolo così triste e disonorevole per il nostro Paese e per l’Africa”. “Possiamo tacere e lasciare il presente e il futuro del nostro Paese divorato dalla spada e dal fuoco?” ha detto rimarcando che “in determinate circostanze, il silenzio non può essere sinonimo di codardia e di complicità con l’ingiustizia”.
Tuttavia, aggiunge, la sua responsabilità di pastore gli richiede di pronunciare parole di consolazione e di invitare alla non violenza, al dialogo, al rispetto delle leggi, “tutte cose senza le quali non si può costruire uno Stato moderno e pacifico”.
“La Costa d’Avorio, il nostro Paese è un Paese di dialogo per tradizione. Esorto tutti gli ivoriani a riprendere il dialogo in modo che la parola, rispettosa delle differenze, abbia la precedenza sui tentativi di incendiare il Paese” ha invitato.
Il Cardinale sottolinea che uno dei mezzi per promuovere la riconciliazione sia il rispetto delle leggi molto più delle elezioni. “Sarete d’accordo con me sul fatto che un ambiente negativo non promette nulla di buono per l’organizzazione delle elezioni e che la riconciliazione è più importante delle elezioni. Ecco perché è del tutto sbagliato pensare che basti organizzare un’elezione e dichiarare un vincitore. Ancora una volta vi supplico: riconciliamoci gli uni con gli altri! Tutto il resto andrà da sé” ha esortato.
“Dura lex, sed lex: la legge è dura ma è la legge” dice, sollecitando il rispetto della legge anche quando ci irrita e va contro i nostri interessi in quel momento.
“Che ciascuno, nell’esercizio delle proprie responsabilità, abbia la saggezza di compiere tutto nel rigoroso rispetto delle leggi e della Costituzione, in particolare per quanto riguarda il rispetto del diritto alla vita”,
Il Cardinale ha invitato tutti ad impegnarsi nel dialogo e nella concertazione, alla ricerca di soluzioni a questa crisi che non fa ben sperare per un domani migliore per quanto riguarda l’organizzazione pacifica delle elezioni: “Insisto ancora una volta per ricordarvi che il rispetto della legge è più importante delle elezioni. “. (S.S.) (L.M.) (Agenzia Fides 1/9/2020)

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/68551-AFRICA_COSTA_D_AVORIO_Elezioni_presidenziali_di_ottobre_il_Cardinale_Kutwa_chiede_il_rispetto_della_legge_e_del_dialogo