Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
11 Giugno 2019

AFRICA/MALI – (11 Giugno 2019)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/MALI – Nuovi massacri in Mali e Burkina Faso fanno temere per la stabilità del Sahel

martedì, 11 giugno 2019 massacri   gruppi armati  
MALI

Bamako (Agenzia Fides) – C’è probabilmente lo scontro tra le popolazioni Peuls e Dogons alla base del massacro degli abitanti del villaggio di Sobame Da, nella regione di Mopti nel centro del Mali, dove almeno 95 persone sono state uccise nella notte tra il 9 e il 10 giugno. Una cinquantina di uomini pesantemente armati a bordo di pick up e moto ha assalito il villaggio in piena notte, mettendolo a ferro e a fuoco. Non sono stati risparmiati donne, bambini ed anziani.
Si sospetta che a compiere il massacro sia stato un gruppo armato di Peuls, popolazione di allevatori nomadi, forse come vendetta per l’eccidio commesso il 24 marzo, quando almeno 160 persone di etnia Peuls persero la vita nell’assalto del villaggio di Ogossagou commesso da presunti cacciatori Dogons (vedi Fides 26/3/2019).
Secondo fonti della Chiesa locale contattate dall’Agenzia Fides, proprio domenica 9 giugno a Sobame Da la folta comunità cattolica del villaggio aveva festeggiato la cresima di un gruppo di giovani.
La Chiesa cattolica e quella evangelica in Mali stanno cercando di evitare che il conflitto tra i Peuls musulmani e le altre popolazione del Paese assuma una connotazione religiosa. Gli scontri tra popolazioni nomadi, dedite alla pastorizia, e quelle di agricoltori stanziali, sono frequenti in diverse zone dell’Africa, ma negli ultimi anni con la diffusione di armi da guerra, sono diventati più sanguinosi. Il rischio è che in questi conflitti si inseriscano gruppi jihadisti con la conseguente alimentazione di una spirale di violenza, anche a connotazione religiosa, difficilmente controllabile, con il coinvolgimento di tutti i Paesi saheliani.
A destare ulteriore allarme è il massacro avvenuto in Burkina Faso nell’area di Arbinda in una zona al confine con il Mali, commesso da un gruppo jihadista domenica 9 giugno, con la morte di 19 persone e il ferimento di 13. (L.M.) (Agenzia Fides 11/6/2019)

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/66179-AFRICA_MALI_Nuovi_massacri_in_Mali_e_Burkina_Faso_fanno_temere_per_la_stabilita_del_Sahel