Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
22 Luglio 2015

AFRICA/EGITTO – ( 22 Luglio 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/EGITTO – Richiesta una legge che impedisca le conversioni dei cristiani minorenni senza il consenso dei genitori

Il Cairo (Agenzia Fides) – Il copto Mikel Munir, fondatore e leader della formazione politica d’impronta liberale al-Haya, ha rivolto un pubblico appello alle autorità egiziane affinché nella legge sullo statuto personale in via di revisione, sia inserita una clausola che impedisca il cambio di religione per i cristiani minorenni senza il consenso dei propri genitori. Nell’appello pubblico, rilanciato da fonti egiziane consultate dall’Agenzia Fides, il leader politico ha riferito che trattative su questo punto delicato erano state avviate da organizzazioni impegnate nel campo dei diritti civili già con il regime di Hosni Mubarak. La clausola servirebbe a porre fine al fenomeno diffuso delle sparizioni di ragazze copte – fughe cosiddette d’amore o veri e propri mini-sequestri – le quali, una volta terminata la segregazione (volontaria o meno) comunicano alle proprie famiglie l’avvenuta conversione all’islam. Secondo l’autore dell’appello, l’islamizzazione dei minori sotto l’effetto di pressioni emotive o fisiche è destinata a continuare, se ad essa non si pone freno con adeguati strumenti legislativi. (GV) (Agenzia Fides 22/7/2015).

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/58118-AFRICA_EGITTO_Richiesta_una_legge_che_impedisca_le_conversioni_dei_cristiani_minorenni_senza_il_consenso_dei_genitori#.Va-0lbVVNSg