Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
29 Settembre 2014

AFRICA/EGITTO – ( 29 Settembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/EGITTO – Torna a casa la donna copta scomparsa: non si era convertita ma era stata rapita

Gabal al Tir (Agenzia Fides) – Ha fatto ritorno alla sua famiglia e ha raccontato di essere stata vittima di un rapimento Iman Sarofim, la donna copta di Gabal al Tir scomparsa ai primi di settembre. Il ritorno della donna ha smascherato come false le notizie diffuse dalle forze dell’ordine secondo cui la donna si era allontanata volontariamente con un uomo musulmano, dopo essersi convertita all’islam. La donna ha contattato i familiari da Suez, dove era stata portata dal rapitore. Il ritorno della donna è stato festeggiato da vicini e parenti nella città di Gabal al-Tir.
La scomparsa della 39enne Iman Sarofim, madre di 5 figli, era stata all’origine di scontri tra i copti e le forze di polizia di Gabal al-Tir, avvenuti il 20 settembre, dopo che parenti e amici della donna avevano dato vita ad una manifestazione spontanea per denunciare l’assenza di ogni indagine sul caso. La sera stessa, per ritorsione, gli agenti di polizia erano entrati nelle case di decine di famiglie copte, compiendo atti violenti di rappresaglia e arrestando decine di uomini. (GV) (Agenzia Fides 29/9/2014).

Il testo completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/56034-AFRICA_EGITTO_Torna_a_casa_la_donna_copta_scomparsa_non_si_era_convertita_ma_era_stata_rapita