Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
4 Giugno 2012

AFRICA/NIGERIA – ( 4 Giugno )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/NIGERIA – I Vescovi sconvolti per la “domenica nera” della Nigeria

Abuja (Agenzia Fides) – “Siamo sconvolti e scioccati dalle due tragedie che hanno colpito la Nigeria ieri, il disastro aereo di Lagos che ha provocato la morte di 153 persone, e l’attacco contro una chiesa cristiana a Bauci” dice all’Agenzia Fides Sua Ecc. Mons. Ignatius Ayau Kaigama, Arcivescovo di Jos a Presidente della Conferenza Episcopale della Nigeria, che ha appena concluso un incontro con i Vescovi radunati ad Abuja. “Mi trovo nella capitale federale, Abuja, per il pellegrinaggio nazionale di preghiera (National Catholic Prayer Pilgrimage). Abbiamo invitato i cattolici della Nigeria, dai Vescovi ai singoli fedeli, a radunarsi ad Abuja per pregare per il nostro Paese. In particolare chiediamo l’aiuto del Signore per contrastare gli incessanti attacchi terroristici con bombe, omicidi, rapine a mano armata, commessi contro la nazione intera”.
“Il momento di preghiera che si è tenuto il 2 giugno ha avuto una partecipazione straordinaria, i fedeli hanno pregato con forte intensità” dice Mons. Kaigama. “Dopo la preghiera, i Vescovi si sono incontrati con il Presidente Goodluck Jonathan, per discutere i problemi della sicurezza del Paese e degli attacchi contro le chiese cristiane, specialmente nel nord. L’incontro è stato molto fruttuoso” conclude Mons. Kaigama.
Ieri, domenica 3 giugno, un aereo di linea che collega Abuja alla capitale economica Lagos, si è schiantato su un quartiere popolare di questa ultima città. Nella sua caduta, l’aereo, con a bordo 147 passeggeri e sei membri dell’equipaggio, ha colpito un edificio di due piani ed è slittato lungo un terreno sul quale si trovavano una chiesa e una piccola tipografia. Sempre ieri, a Bauchi, nel nord della Nigeria, un’autobomba è esplosa nei pressi di una chiesa pentecostale causando la morte di 15 persone. (L.M.) (Agenzia Fides 4/6/2012)

 

Il testo completo si trova su:

http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=39238