martedì 2 aprile 2019
Le dimissioni dell’82nne capo di Stato, gravemente malato, arriva dopo numerose settimane di proteste popolari in tutto il Paese
Bouteflika in una foto dell'archivio Ansa

Bouteflika in una foto dell’archivio Ansa

Il presidente algerino Abelaziz Bouteflika ha rassegnato le dimissioni. Lo riferisce l’agenzia ufficiale Aps. Le dimissioni dell’82nne capo di Stato, gravemente malato, arriva dopo numerose settimane di proteste popolari in tutto il Paese.

Bouteflika ha notificato la propria decisione in maniera ufficiale al presidente del Consiglio costituzionale. L’82enne lascia l’incarico dopo 20 anni alla guida del Paese. Nelle ultime settimane, l’Algeria è stata scossa dalle proteste che hanno spinto Bouteflika a rinunciare alla candidatura per il quinto mandato.

Le  manifestazioni di piazza ad Algeri (Ansa)

Le manifestazioni di piazza ad Algeri (Ansa)

Le dimissioni sono state formalizzate dopo il nuovo pressing esercitato dai militari, che hanno definito “chiara e irrevocabile” la richiesta di applicazione dell’articolo 102 della Costituzione algerina, ovvero il riconoscimento da parte dello Stato dell’impossibilità di Bouteflika a svolgere le sue funzioni. Ieri la presidenza algerina aveva annunciato che il capo dello stato avrebbe compiuto il passo indietro entro la scadenza dell’attuale mandato, ovvero prima del 28 aprile.

Il testo originale e completo si trova su:

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/algeria-bouteflika-si-e-dimesso