Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
19 Settembre 2014

ASIA/PAKISTAN – ( 19 Settembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

ASIA/PAKISTAN – Ucciso leader musulmano accusato di blasfemia: meeting della società civile per chiedere armonia

Karachi (Agenzia Fides) – Uno studioso musulmano liberale e moderato che era stato accusato di blasfemia per un discorso tenuto durante una visita negli Stati Uniti, è stato ucciso ieri a Karachi. Muhammad Shakil Auj era il decano degli studi islamici all’Università statale di Karachi. Era noto per le sue posizioni di apertura, dialogo, tolleranza, rispetto dei diritti di tutti. Uomini armati su una motocicletta hanno attaccato l’automobile che l’uomo guidava, colpendolo al collo e alla testa. Auj è morto sul colpo. Come riferiscono fonti di Fides, una settimana fa un altro studioso di religione islamica, Masood Baig, è stato anche lui ucciso da aggressori ignoti. Auj, 54 anni, nei mesi scorsi aveva inoltrato denunce alla polizia per le minacce di morte che aveva iniziato a ricevere, dopo un discorso tenuto negli Stati Uniti nel 2012. In particolare altri quattro colleghi, professori all’Università di Karachi, lo avevano accusato di “blasfemia” per le affermazioni contenute in quel discorso. Un imam di Karachi ha emesso una “fatwa”contro l’uomo, accusandolo di blasfemia e chiedendo la sua morte.
Gruppi e organizzazioni che tutelano i diritti umani, anche Commissioni e associazioni cristiane, ribadiscono che la legge è spesso strumentalizzata e usata per vendicare rancori personali o professionali. Come appreso da Fides, Muhammad Shakil Auj sarò ricordato domani, 20 settembre, durante la convention organizzata dal “Centro per la Pace” di Lahore, fondato e diretto dal domenicano p. James Channan, per celebrare la “Giornata Internazionale della Pace”, indetta dall’Onu. La celebrazione è organizzata da sei importanti organizzazioni impegnate a promuovere dialogo, pace e armonia, tra e quali la Commissione dei Vescovi per il Dialogo interreligioso. Vi partecipano Sua Ecc. Mons. Sebastian Shaw, Arcivescovo di Lahore, e Hafiz Tahir Mehmood Asharfi, noto studioso musulmano, attivista dei diritti umani. Insieme lanceranno un appello per ribadire l’urgenza di costruire pace e armonia nella società. (PA) (Agenzia Fides 19/9/2014)

 

Il testo completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/55962-ASIA_PAKISTAN_Ucciso_leader_musulmano_accusato_di_blasfemia_meeting_della_societa_civile_per_chiedere_armonia#.VBw2JVfp9mg