Redazione Esteri venerdì 27 luglio 2018
Il ministro della Difesa Lieberman: «La miglior risposta al terrorismo». Quattrocento le nuove abitazioni nella colonia di Adam dove un palestinese ha ucciso un israeliano ferendone altri due
L'ingresso dell'insediamento di Adam vicino Ramallah in Cisgiordania (Ansa)

L’ingresso dell’insediamento di Adam vicino Ramallah in Cisgiordania (Ansa)

Israele costruirà 400 nuove abitazioni per coloni in Cisgiordania in risposta all’attacco con il coltello avvenuto giovedì sera nell’insediamento di Adam, vicino Ramallah, durante il quale un uomo è stato ucciso
e altri due sono rimasti feriti. Lo ha annunciato il ministro della Difesa, Avigdor Lieberman, sottolineando su Twitter che “la miglior risposta al terrorismo è il rafforzamento degli insediamenti”.
Giovedì sera, il 17enne palestinese Mohammad Tareq Yousef è penetrato nella colonia armato di coltello e ha ferito tre passanti, di cui due loro in maniera grave, prima di essere ucciso. Uno dei feriti, il 31enne Yotam Ovadia, è poi morto nella notte.

© Riproduzione riservata

Il testo originale e completo si trova su:

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/israle-nuove-colonie