Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
16 Febbraio 2014

EGITTO – ( 16 Febbraio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

L’ATTACCO

Egitto, esplosione sul bus di turisti: forse un attentato kamikaze. «Le vittime sono 5»

L’attacco nel Sinai, al confine con Israele. Secondo un primo bilancio i feriti sarebbero 29, quindici molto gravi

 

La bomba, forse fatta esplodere da un kamikaze, ha colpito un bus di turisti nel Sinai, sul versante egiziano del valico di Taba (Epa)

La bomba, forse fatta esplodere da un kamikaze, ha colpito un bus di turisti nel Sinai,
sul versante egiziano del valico di Taba (Epa)
 

Una forte esplosione ha investito un bus di turisti nel Sinai, sul versante egiziano del valico di Taba (Mar Rosso), al confine fra Egitto ed Israele. Sarebbero cinque le persone vittime dell’esplosione: si tratta di quattro turisti sudcoreani e dell’autista egiziano del bus. Secondo fonti di sicurezza egiziane nell’autobus sarebbero stati trovati resti umani riconducibili ad un kamikaze. La notizia sarebbe poi stata confermata anche dalla polizia israeliana: si tratterebbe di un «attacco terroristico»; attualmente l’ingresso di israeliani nel Sinai viene impedito. Il bus tornava dal monastero di Santa Caterina e stava rientrando in Israele. Sull’autobus viaggiavano oltre trenta turisti. Ambulanze israeliane stanno accorrendo sul posto: secondo un primo bilancio i feriti sarebbero 29, 15 in gravi condizioni.

 

Egitto: esplosione su bus di turisti al confine con Israele, almeno 4 vittime

BOMBA O KAMIKAZE? – Ma, dopo le prime ricostruzioni, continuano a susseguirsi notizie contrastanti sia sulle modalità dell’attentato sia sulla direzione dell’autobus. Altre fonti sostengono che l’autobus provenisse da Israele ed avesse appena attraversato la frontiera di Taba, apparentemente diretto verso il monastero di Santa Caterina. Divergenti anche le versioni di come sia avvenuta l’esplosione. Per alcune fonti potrebbe essere stato oggetto di un attentatore suicida che si è fatto esplodere sul mezzo. Resti umani sono stati infatti trovati tra i rottami. Altra ipotesi è quella di un missile sparato verso un obiettivo non noto oppure una bomba posta sulla strada, fatta esplodere con un comando a distanza. Sul posto si trovano tecnici della sicurezza e dell’esercito.

Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai

 
Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai  Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai  Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai  Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai  Egitto, attentato sul bus dei turisti in Sinai

LA FARNESINA – L’Unità di crisi della Farnesina si è immediatamente attivata per verificare l’eventuale coinvolgimento di connazionali nell’esplosione del bus turistico a Taba: al momento non risultano italiani presenti sul bus. I controlli sono ancora in corso, ha riferito la Farnesina, e solo quando saranno completati si potrà avere la certezza che nessun connazionale è stato coinvolto.

(modifica il 17 febbraio 2014)

© RIPRODUZIONE RISERVATA