Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
19 Maggio 2016

EGITTO – ( 19 Maggio 2016 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Premier egiziano su aereo: “Non escludiamo la pista terroristica”

Un modello dell'aereo caduto nel Mediterraneo. - AP

Un modello dell’aereo caduto nel Mediterraneo. – AP

Ritrovato l’aereo dell’Egyptair scomparso nel Mediterraneo. Il relitto è stato individuato a largo dell’isola greca di Karpathos mentre arrivano i primi commenti dal mondo. Il servizio di Daniele Gargagliano:

“Non è esclusa per il momento la matrice terroristica”. Le parole del premier egiziano Sherif Ismail fotografano le incertezze di queste ore sullo schianto dell’Airbus A320-232 della Egyptair, partito da Parigi e diretto a Il Cairo, vicino le costa dell’isola greca di Karpathos, dove alcuni testimoni avrebbero visto delle fiamme in cielo la scorsa notte. Mentre continuano le indagini per ricostruire le dinamiche dell’incidente arrivano le prime reazioni.

Il ministro degli Esteri francese, Jean-Marc Ayrault, ha avuto una conversazione telefonica con il suo omologo egiziano. In un comunicato congiunto hanno ribadito la necessità di collaborare per scoprire le cause dell’incidente. Il ministro francese ha già predisposto l’unità di crisi presso l’ambasciata al Cairo, per fornire un collegamento alle famiglie dei 15 francesi che viaggiavano a bordo del veivolo.

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2016/05/19/premier_egiziano_su_aereo_non_è_escluso_il_terrorismo/1230924