Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
31 Ottobre 2014

EGITTO – ( 31 Ottobre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

AFRICA/EGITTO – Il Patriarca copto ortodosso: torneremo a Gerusalemme solo insieme ai nostri fratelli musulmani

Mosca (Agenzia Fides) – La posizione della Chiesa copta ortodossa in merito ai pellegrinaggi di fedeli egiziani a Gerusalemme “rimane invariata” rispetto a quanto era stato stabilito dal precedente Patriarca, Shenuda III. L’indicazione di non visitare la Città Santa dunque rimane in vigore, e decadrà quando potranno entrare liberamente a Gerusalemme anche i “fratelli musulmani” della nazione egiziana. Così il Patriarca copto ortodosso Tawadros II si è espresso nel corso di un ricevimento offerto in suo onore la sera di giovedì 30 ottobre dall’ambasciata egiziana a Mosca, in occasione della visita che il Primate della Chiesa copta ortodossa sta realizzando in Russia.
Come riportato da fonti egiziane consultate dall’Agenzia Fides, Papa Tawadros nella stessa circostanza ha accennato con soddisfazione alla crescente rete di contatti e collaborazioni tra le Chiese presenti in Egitto e l’Università di al-Azar, principale centro d’insegnamento religioso dell’Islam sunnita.
Negli anni in cui si radicalizzava il conflitto arabo-israeliano, il Patriarca copto Shenuda III (1923-2012) aveva vietato ai fedeli della sua Chiesa di compiere pellegrinaggi nello Stato ebraico e non aveva cambiato posizione neanche dopo la normalizzazione dei rapporti tra Egitto e Israele voluta dal Presidente Sadat. A tutt’oggi, il divieto non è stato formalmente revocato dal Patriarca Tawadros II, anche se molti ne sottolineano l’anacronismo, nel nuovo quadro di rapporti esistenti tra le due nazioni confinanti. Lo scorso aprile, una folta comitiva di cristiani egiziani si è recata ugualmente in pellegrinaggio a Gerusalemme, visitandone i Luoghi Santi (vedi Fides 12/4/2014).
A complicare i rapporti tra Israele e la Chiesa copta egiziana c’è la scelta operata dall’amministrazione israeliana, che continua a tollerare l’occupazione delle cappelle e dei luoghi copti di Gerusalemme da parte di monaci della Chiesa ortodossa etiope, per secoli unita alla Chiesa copta d’Egitto e divenuta autocefala solo nel 1959.
Mercoledì 29 ottobre, nel corso della sua visita in Russia (la prima di un Patriarca copto), Papa Tawadros ha incontrato il Patriarca di Mosca, Kirill. Nel corso dell’incontro tra i due Patriarchi è stata anche stabilita la creazione di una commissione bilaterale incaricata di favorire la collaborazione spirituale e pastorale tre le due Chiese. (GV) (Agenzia Fides 31/10/2014).

 

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/56311-AFRICA_EGITTO_Il_Patriarca_copto_ortodosso_torneremo_a_Gerusalemme_solo_insieme_ai_nostri_fratelli_musulmani#.VFOgLmeOpmg