Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
6 Novembre 2012

EGITTO – ( 6 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
IL CAIRO
Il Papa copto: no a Costituzione “troppo islamica” in Egitto
 
 
Un “no” a una nuova Costituzione egiziana che tenga conto solo di una componente della società – la sua maggioranza musulmana – ed escluda le altre è arrivato dal nuovo Papa copto, Tawadros II, insediatosi domenica scorsa. “La bellezza della società egiziana è la presenza di musulmani accanto a cristiani – ha detto in un’intervista concessa poco dopo la notizia che il suo nome era stato sorteggiato per il ruolo di Papa della chiesa copta ortodossa, rilanciata oggi da al-Arabiya – La diversità è forte e bella”.
“Se sarà presentata una buona costituzione, in cui ogni cittadino si ritrova – ha proseguito – non ci sono dubbi che l’Egitto si svilupperà. Ma se la costituzione si rivolge solo a una parte della comunità e ne ignora un’altra, allora porterà indietro la società intera”. Interrogato su cosa farebbe se dovesse emergere una nuova costituzione troppo carica di riferimenti all’islam, Tawadros ha spiegato: “Faremmo obiezione”, pur precisando che non chiederebbe ai suoi seguaci di scendere in piazza a protestare. “La chiesa non svolge un ruolo politico – ha precisato – Se la religione e la politica si incontrano, si rovinano a vicenda”.