Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
29 Ottobre 2014

EGITTO/PALESTINA – ( 29 Ottobre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
EGITTO – PALESTINA

L’Egitto decide di creare una zona cuscinetto lungo i confini con la Striscia di Gaza

In una fascia larga 500 metri saranno abbattute tutte le case e saranno anche realizzati fossati per contrastare lo scavo dei tunnel. La decisione è giunta a quattro giorni dall’attacco contro una postazione dell’esercito, nel nordest della penisola del Sinai, costato la vita a 31 militari.

Il Cairo (AsiaNews/Agenzie) – L’Egitto ha deciso la creazione di una zona cuscinetto lungo i 13 chilometri del confine con la Striscia di Gaza e ha quindi ordinato ai residenti di abbandonare le loro case, destinate a essere demolite.

La decisione è giunta a quattro giorni dall’attacco contro una postazione dell’esercito, nel nordest della penisola del Sinai, costato la vita a 31 militari. In seguito a tale evento l’Egitto ha dichiarato lo stato d’emergenza e imposto nella zona il coprifuoco dall’alba al tramonto e ha chiuso a tempo indeterminato il valico di Rafah (nella foto), unico passaggio tra la Striscia e il resto del mondo non controllato da Israele.

La zona cuscinetto avrà una larghezza di 500 metri per tutto il confine con la Striscia e comprenderà fossati pieni d’acqua per contrastare lo scavo dei tunnel attraverso i quali si svolgono i traffici, armi comprese, tra l’Egitto e la Striscia.

I media egiziani hanno accusato Hamas, che governa la Striscia, di intromettersi negli affari egiziani e alcuni hanno ipotizzato che il gruppo islamista darebbe sostegno ai guerriglieri del Sinai contro i quali da tre anni è impegnato l’esercito egiziano. Hamas ha negato le accuse e ha criticato la decisione egiziana di imporre dure regole per consentire il passaggio del confine.

 

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.asianews.it/notizie-it/L’Egitto-decide-di-creare-una-zona-cuscinetto-lungo-i-confini-con-la-Striscia-di-Gaza-32556.html