Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
15 Ottobre 2014

GAZA – ( 15 Ottobre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Ban Ki Moon visita Gaza: indescrivibile la distruzione

Ban Ki moon in visita a Gaza devastata dalla guerra

 

Nella Striscia di Gaza a quasi due mesi dalla fine della guerra e all’indomani della conferenza dei donatori del Cairo che ha promesso 4,3 miliardi di
euro per la ricostruzione del territorio, è arrivato ieri il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. In programma anche l’incontro con i ministri del nuovo governo unita’.Il servizio di Graziano Motta :


 

Ban Ki-moon definisce “indescrivibili” le distruzioni causate da 50 giorni di guerra, le macerie sono anche attorno alle scuole e strutture dell’UNRWA, l’agenzia dell’ONU che ha accolto migliaia di sfollati, partecipa con esponenti del governo nazionale palestinese alla cerimonia di consegna dei primi materiali, giunti attraverso i valichi di confine controllati da Israele, per l’avvio della ricostruzione a Gaza, ricorda che per essa nella recente conferenza internazionale del Cairo sono stati raccolti cinque miliardi e 400 milioni di dollari ma a quanti sostengono che questa ricostruzione sia la condizione per la pace e lo sviluppo afferma che “soltanto attraverso negoziati di pace tra israeliani e palestinesi – ed esorta i loro dirigenti a riprenderli – si possono risolvere le radici profonde del conflitto. Altrimenti la violenza – è questione di tempo – ricomincerà” . Allude al fatto che Hamas, che controlla il territorio di Gaza, non ha rinunciato al proposito di distruggere lo stato di Israele e ad Israele che non intende revocare il blocco della Striscia.

Sono intanto vive le reazioni in Israele per la decisione simbolica del Parlamento inglese di riconoscere lo stato palestinese, e infatti il governo di Londra ha affermato che non intende cambiare politica. I giornali ebraici parlano di una decisione prematura di un paese straniero che non è parte in causa nel conflitto. Il governo Netanyahu ribadisce che iniziative unilaterali recano maggiori difficoltà alla ricerca della pace, danno ai palestinesi il messaggio che possono conseguire i loro obiettivi senza negoziati fra le parti. Come stanno operando all’Assemblea generale dell’ONU.

 

Il testo completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2014/10/15/ban_ki_moon_visita_gaza_subito_uninchiesta_sulle_vittime_/1108584