Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
10 Ottobre 2011

INDONESIA – (10 Ottobre)

INDONESIA: LA CRESCENTE ISLAMIZZAZIONE MINACCIA I CRISTIANI
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Soprattutto nelle isole in cui sono la maggioranza della popolazione

ROMA, lunedì, 10 ottobre 2011 (ZENIT.org).- In alcune isole indonesiane in cui i cristiani rappresentano la maggioranza della popolazione l’islamizzazione sta aumentando, ha affermato un presule.

Il Vescovo Hubertus Leteng di Ruteng ha espresso le proprie preoccupazioni sul crescente estremismo musulmano parlando con l’associazione caritativa cattolica internazionale Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS), che sostiene i cristiani perseguitati e sofferenti.

Nel corso di una visita al quartier generale di ACS a Königstein (Germania), il presule ha affermato che “in alcuni luoghi il potere politico dei musulmani sta aumentando perché sempre più posizioni di rilievo a livello di politica locale vengono occupate da islamici”.

Il Governo, ha aggiunto, prevede anche di nominare più insegnanti musulmani.

“Si chiede sempre più che le scuole della Chiesa offrano un’educazione religiosa islamica anche se ci sono pochi allievi musulmani”, ha confessato.

Il Vescovo ha osservato che nella sua Diocesi, sull’isola di Flores, i cristiani stanno resistendo agli sforzi di islamizzazione, presenti anche in altre isole a maggioranza cristiana, come le Maluku.

Ha però indicato che l’islamizzazione sta creando tensioni nella stessa popolazione musulmana dell’Indonesia, con molti islamici che respingono l’“arabizzazione” della loro religione e “resistono a una crescente radicalizzazione”.

L’islamizzazione è ampiamente guidata da militanti provenienti dal Medio Oriente, ha segnalato.

Quanto alle strutture ecclesiali, ha ricordato che danno grande importanza alla promozione del rispetto reciproco tra i cristiani e la comunità musulmana.
 
Le differenze tra musulmani e non musulmani nel Paese, ha aggiunto, sono “caratterizzate più dalla segmentazione economica e dalle rivalità etniche e hanno più a che fare con il sistema politico che con la natura dell’islam”.

La Chiesa cattolica sta cercando di rendersi più visibile in Indonesia, soprattutto nelle regioni costiere, attraverso il suo operato nel campo dell’istruzione e in quello sanitario.

Nella Diocesi di Ruteng, quasi 674.000 dei 717.000 abitanti sono cattolici.

L’Indonesia ha circa 233 milioni di abitanti, per l’80% musulmani. E’ la più popolosa Nazione islamica del mondo. I cristiani rappresentano circa l’11% della popolazione.

Il testo completo si trova su:

 
http://www.zenit.org/article-28266?l=italian