Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
24 Novembre 2013

IRAN/OCCIDENTE – ( 24 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Nucleare. Accordo tra l’Iran e le grandi potenze occidentali. Usa e Russia ottimiste



Cauto ottimismo sull’accordo raggiunto a Ginevra tra le potenze occidentali e l’Iran sul controverso programma nucleare di Teheran. Per il presidente degli Usa Obama “”per la prima volta in 10 anni è stato fermato il procedere del programma nucleare”. Il presidente russo Vladimir Putin dice che si tratta di ”un’apertura”, ”un primo passo in un cammino lungo e difficile”. Israele parla di “errore storico”. Eugenio Bonanata :RealAudioMP3

L’Iran si impegna a frenare sull’arricchimento dell’uranio in cambio di un’attenuazione delle sanzioni internazionali che stanno fiaccando la sua economia. L’intesa – un testo di quattro pagine – è limitata a un periodo di sei mesi dove proseguiranno i colloqui e soprattutto i controlli da parte degli ispettori internazionali, con l’obiettivo di arrivare a una soluzione definitiva capace di mettere fine ad un decennio di scontri. Il presidente statunitense, Barack Obama, ha parlato di un primo passo importante per rendere più sicuro il mondo, ma ha chiesto a Teheran di rispettare gli accordi, avvertendo che in caso contrario ci sarà un inasprimento delle sanzioni. Soddisfazione dal leader della Repubblica islamica, Rohani, che sottolinea il rispetto del diritto del suo Paese in tema nucleare, rassicurando che l’Iran non ha alcuna intenzione di dotarsi di armi atomiche. L’accordo ha ricevuto l’avallo della guida suprema iraniana, Ali Khamenei, ma non piace affatto a Israele, malgrado le rassicurazioni della Casa Bianca. Si tratta di “un errore storico” per il premier Netanyahu: “Oggi – ha precisato – il mondo è più pericoloso”. Più tenue la reazione del presidente ebraico, Shimon Peres, che ha chiesto di giudicare l’intesa a partire dai risultati. Le altre cancellerie internazionali – dalla Russia alla Gran Bretagna, dalla Cina alla Francia – giudicano l’accordo come un successo della diplomazia per la salvaguardia della pace in Medio Oriente e in tutto il mondo.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/11/24/nucleare._accordo_tra_l%E2%80%99iran_e_le_grandi_potenze_occidentali._usa_e/it1-749579

del sito Radio Vaticana