Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
30 Maggio 2016

IRAQ – ( 30 Maggio 2016 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Iraq: forze irachene a Falluja. Offensiva anche in Siria

 - REUTERS

– REUTERS

Le forze irachene sono entrate stamani a Falluja, nella provincia irachena sunnita di Al Anbar. Le forze speciali – riferisce l’emittente al-Arabiya – hanno lanciato all’alba un’offensiva contro le milizie del sedicente Stato islamico. Secondo l’Onu, circa 50 mila persone restano intrappolate nella città. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

A Fallujia sono ore drammatiche per i civili perché la furia dei miliziani jihadisti colpisce anche chi fugge dalla città o quanti si rifiutano di imbracciare il fucile in nome dello Stato islamico. L’Onu parla di “un numero crescente di esecuzioni” di uomini e ragazzi che si rifiutano di combattere con le formazioni jihadiste. “Alcune persone – denuncia il rappresentante dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati in Iraq – sono state uccise o sepolte vive sotto le macerie delle loro case”. Secondo fonti locali, le forze di sicurezza irachena hanno scoperto decine di tunnel scavati dai miliziani jihadisti per fuggire dalla linea del fronte. Forti preoccupazioni anche a Raqqa, in Siria, dove sono ancora 300 mila i civili rimasti in quella che è considerata la capitale siriana dello Stato islamico. Le forze curde hanno annunciato che è iniziata l’offensiva per liberare la città. Sono decine di migliaia i combattenti, soprattutto curdi, sostenuti dall’aviazione statunitense, che partecipano all’offensiva. Secondo l’Onu, sono decine di migliaia i civili che rischiano la vita tentando la fuga.

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2016/05/30/iraq_forze_irachene_a_falluja_offensiva_anche_in_siria/1233377