Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
4 Settembre 2013

IRAQ – ( 4 Settembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Ancora una giornata di sangue a Baghdad: 42 morti tra gli sciiti



Si aggrava il bilancio della catena di attentati con autobomba che ha colpito ieri Baghdad: secondo polizia e fonti mediche i morti sono 42. I feriti sono 86. Il servizio di Fausta Speranza:RealAudioMP3

Almeno 5 le autobomba esplose ieri in quartieri a maggioranza sciita della capitale irachena. E, tra gli altri episodi di violenza, l’uccisione di un miliziano della forza sunnita anti al Qaeda, la moglie e i suoi 3 figli. E’ l’ennesima giornata di sangue: meno di una settimana fa in un’ondata analoga di attacchi nella regione di Baghdad sono state massacrate 70 persone. E poi c’è la particolare vicenda del campo di Ashraf, per il quale il primo ministro iracheno, al Maliki annuncia l’apertura di un’inchiesta. Si tratta del campo, a una quarantina di chilometri a nord-est di Baghdad, dove risiedono da oltre 30 anni oppositori iraniani dei Mujaheddin del Popolo. Di recente ne sono rimasti solo un centinaio. Due giorni fa hanno denunciato un attacco delle forze speciali irachene con almeno una cinquantina di persone uccise e 9 sequestrate. Una delegazione delle Nazioni Unite è partita proprio in queste ore per raccogliere informazioni.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/09/04/ancora_una_giornata_di_sangue_a_baghdad:_42_morti_tra_gli_sciiti/it1-725379

del sito Radio Vaticana