“Il Papa è benvenuto. Noi lo aspettiamo”. Lo dice Salah Ramadan Elsayed, imam della Grande Moschea di Roma, riguardo alla visita annunciata che Papa Francesco dovrebbe fare alla moschea romana e la cui data – dice l’imam – sarà annunciata “prossimamente”. A margine di un incontro che si è tenuto oggi alla Cei con i rappresentanti delle comunità islamiche in Italia, l’imam Salah Ramadan Elsayed dice: “Una visita del Papa alla moschea di Roma significa che il rapporto tra le religioni rivelate è forte e vero e che tutti lavoriamo per la pace e la Misericordia e che questo lavoro deve scendere al popolo. Non vediamo l’ora che il Papa arrivi. Sarà per noi un grande onore accoglierlo”. Solo due giorni fa, ad Assisi il Papa e le religioni hanno pregato per la pace e affermato che “solo la pace è santa, non la guerra”. E a questo proposito, l’imam commenta: “Nell’islam, il Corano proibisce di spargere il sangue di qualsiasi persona ed essere vivente. È scritto nei versetti ed è quello in cui noi crediamo. Spargere sangue è il crimine più grave che può commettere un uomo o una donne. Il sangue è sacro e chi uccide, Allah promette per lui il castigo nell’inferno eterno”.

Il testo originale e completo si trova su:

http://agensir.it/quotidiano/2016/9/22/dialogo-interreligioso-imam-grande-moschea-di-roma-il-papa-e-benvenuto-laspettiamo-non-vediamo-lora-che-arrivi/