Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
28 Settembre 2015

ISRAELE – ( 28 Settembre 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Israele colpisce le postazioni di Assad sul Golan in risposta ai lanci di razzi

L’attacco dopo il lancio di due razzi da parte delle forze siriane contro gli israeliani
 
 
 
 
 
 
 
 
28/09/2015
 
CORRISPONDENTE DA GERUSALEMME

Obici israeliani sulle postazioni di Bashar Assad sul Golan in risposta a lanci di razzi contro lo Stato ebraico. Sono almeno quattro gli attacchi condotti nella notte appena trascorsa dall’artiglieria di Gerusalemme contro basi dell’esercito governativo siriano a Saryeh, nella regione centrale del Golan, a Sud-Ovest della città di Quneitra.  

 

“Gli attacchi hanno colpito il centro amministrativo di Baath City” spiega Rami Abdel Rahman, direttore dell’Osservatorio siriano sui diritti umani. Sono avvenuti in risposta al lancio di razzi, avvenuto in precedenza, contro il territorio israeliano. È stata la seconda volta in altrettanti giorni che colpi sparati dalla Siria sono caduti sul lato israeliano del Golan, diviso dalla linea di cessate il fuoco risalente alla guerra del 1973. Il portavoce militare israeliano, Peter Lerner, spiega che “dopo il lancio di due razzi da parte delle forze siriane contro Israele, abbiamo colpito due postazioni militari siriane sulle Alture del Golan”.  

 

“Il governo siriano è responsabile di qualsiasi attacco alla nostra sovranità che proviene dal suo territorio” sottolinea il portavoce. L’azione militare israeliana segue di pochi giorni il vertice a Mosca fra Vladimir Putin e Benjamin Netanyahu durante il quale il premier di Gerusalemme ha ribadito il diritto di “rispondere ad azioni offensive contro il nostro Paese”.

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.lastampa.it/2015/09/28/esteri/israele-colpisce-le-postazioni-di-assad-sul-golan-in-risposta-ai-lanci-di-razzi-bQxY5nVc1R26TFtxUfxWVO/pagina.html