Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
29 Maggio 2013

ISRAELE – ( 29 Maggio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

ISRAELE: KULAS (HAIFA), “PACE COMINCIA NELLE FAMIGLIE E NELLE SCUOLE”

(Haifa) – “La pace nasce nelle famiglie, nelle scuole. L’educazione e l’istruzione sono due parole chiave, insieme allo sviluppo, nel ricercare la pacifica convivenza”. Lo ha detto Eliezer Kulas, responsabile delle relazioni internazionali della municipalità di Haifa che in questi giorni ha incontrato, nella sede comunale, un gruppo di giornalisti italiani (clicca qui). “La politica non deve influire negativamente nelle relazioni tra le persone così come le religioni – ha affermato – Queste invece devono rappresentare il valore aggiunto ad una società multiculturale e interreligiosa e non un ostacolo ai rapporti umani”. (segue)

09:36  ISRAELE: KULAS (HAIFA), “PACE COMINCIA NELLE FAMIGLIE E NELLE SCUOLE” (2)

Haifa da sempre rappresenta una città multiculturale e multireligiosa, in cui convivono arabi ed ebrei, cristiani, drusi e musulmani, un simbolo di coesistenza di cui il sindaco Yona Yahav è fiero. “Da secoli – ha ricordato – ebrei ortodossi e non, cristiani, musulmani, drusi, fedeli della religione Bahá‘í e di altre denominazioni vivono in armonia, nella tolleranza reciproca e nella corresponsabilità verso la comunità cittadina” che oggi conta oltre 270 mila abitanti, 90% dei quali sono ebrei, i restanti arabi. Di questi ultimi la metà è di fede cristiani. Tra i motivi di questa armonia ci sono anche le attività di incontro e dialogo del Centro di cultura araba ed ebraica di Haifa, Beit HaGefen. Il suo direttore Asaf Ron, non ha dubbi: “l’incontro e l’integrazione sono strumenti necessari a rompere le barriere nazionali, etniche e religiose delle persone che vivono qui. Lavoriamo per creare ponti culturali tra le diverse comunità con occhio di riguardo alla promozione della cultura araba in Israele. Tra i nostri destinatari ci sono le giovani generazioni dalle quali usciranno i leader politici del futuro. E ai politici serve il coraggio per prendere decisioni importanti per arrivare alla pace”.

Il testo completo si trova su:

http://www.agensir.it/pls/sir/v4_s2doc_b.stampa_quotidiani_cons?id_oggetto=262977