Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
26 Maggio 2014

LIBANO/TERRA SANTA – ( 26 Maggio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
LIBANO – TERRA SANTA

Suore del Santo Rosario, testimonianza cristiana delle donne nel mondo arabo musulmano

di Fady Noun

È la più importante congregazione di religiose del Mashrek arabo. Nella messa con Papa Francesco, il Patriarca Twal invoca la canonizzazione della fondatrice, la beata Maria Alfonsina. Ad oggi vi sono 250 suore e sono presenti in tutto il Medio oriente. I loro centri comprendono anche orfanotrofi, case di riposo per anziani, scuole e ospedali.

Beirut (AsiaNews) – Fondata a Gerusalemme nel 1880 dalla Beata Maria Alfonsina, di cui sabato 24 maggio il Patriarca dei Latini Fouad Twal ha chiesto la canonizzazione durante la messa celebrata da Papa Francesco ad Amman (Giordania), primo giorno della visita in Terra Santa, la congregazione delle Suore del Santo Rosario di Gerusalemme dei Latini è la più antica realtà femminile del Mashrek arabo (l’insieme dei Paesi che si trovano a est del Cairo e a nord della penisola arabica). La loro opera misericordiosa si estende da Gerusalemme al Cairo, da Beirut sino a Kuwait City. 

Nata il 4 ottobre 1843 a Gerusalemme col nome di battesimo di Danil Ghattas, la futura suor Maria Alfonsina – nonostante la fortissima opposizione iniziale di suo padre – ha indossato all’età di 14 anni gli abiti delle religiose di San Giuseppe dell’Apparizione. Nel corso delle numerose apparizioni la Madonna le ha più volte confidato il suo desiderio impellente e imperioso di fondare una congregazione, di origine palestinese, che portasse il nome di Suore del Rosario. Anche nei frequenti sogni le appaiono con chiarezza le immagini di suore rivestite da un manto blu, mentre la Vergine la rimprovera per la lentezza con la quale risponde alla sua richiesta. 

Le apparizioni della Madonna la spingono ad affidarsi totalmente alle mani e alla volontà di Dio. “Ero desiderosa di sopportare ogni prova” ha scritto nel suo diario la religiosa. “Trovavo lieve tutto ciò che poteva sembrare amaro e doloroso. La solitudine era il paradiso del mio cuore e l’obbedienza era l’orizzonte del mio spirito. Trovavo gli ordini dei superiori facili da seguire”. La congregazione ha visto infine la luce nel 1880; erano sette le prime monache, una cifra che richiama la perfezione. 

Nella sua opera, suor Alfonsina è stata guidata e assistita da un sacerdote palestinese, p. Joseph Tannous, i cui avi erano legati a una importante famiglia della città di Eden, gli Yammine. Egli è morto poco dopo aver visto la nascita della congregazione femminile, assistito da suor Alfonsina. 

La vita della beata è stata caratterizzata dalla recita meditata del Rosario che, ad intervalli, veniva illustrata da apparizioni. Nel corso della sua vita, oltre alle apparizioni della Vergine la religiosa è stata capace di compiere gesti prodigiosi. Si racconta che nel 1885 una studentessa della scuola delle Suore di Jaffa di Galilea, vicino Nazareth, di nome Nazira Eid, cadde in una cisterna colma di acqua; suor Alfonsina riuscì a salvarla gettandole il proprio rosario. Il 25 marzo 1927, festa dell’Annunciazione, all’ora già annunciata in precedenza, madre Alfonsina si è lasciata andare fra le braccia del Signore. 

Le Suore del Rosario annoverano oggi 250 religiose e sono presenti in Terra Santa, in Giordania, in Libano, al Cairo (Egitto), in Kuwait, ad Abu Dhabi e a Roma. I loro centri comprendono anche orfanotrofi, case di riposo per anziani, scuole e ospedali. La maggior parte delle suore che qui decidono di prendere i loro voti provengono da Libano, Terra Santa e Giordania. In Libano, le Suore del Santo Rosario dispongono di dieci conventi e possiedono un ospedale (Gemmayzé). Inviate nel 1887 dal Patriarca maronita, le religiose hanno contribuito – sotto la guida di suor Rosalie Nasr e altre – alla fondazione delle religiose della Santa Famiglia libanese (Ibrine).

Il testo completo si trova su:

http://www.asianews.it/notizie-it/Suore-del-Santo-Rosario,-testimonianza-cristiana-delle-donne-nel-mondo-arabo-musulmano-31179.html