Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
12 Aprile 2016

LIBIA – ( 12 Aprile 2016 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Tripoli

Libia, Gentiloni porta aiuti e sostegno
 
(A.M.B.)
 
 
 
​Il ministro Gentiloni con il premier Sarraj in una foto twittata dalla Farnesina

 
 

Visita a sorpresa in Libia del titolare della Farnesina. ​Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni è arrivato questa mattina a Tripoli per un incontro con il premier designato Fayez al Sarraj, a capo del Governo libico di pacificazione nazionale.

Gentiloni è il primo alto esponente di un governo occidentale ad arrivare nel Paese nordafricano dal 2014.

“Emozione essere a #Tripoli per aiuti italiani di emergenza e sostegno al governo di accordo nazionale di Serraj” ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri.

gentilonitwitter134y90ghu0.jpg


LE PAROLE DI RENZI.
“L’Italia in queste ore col ministro Gentiloni è a Tripoli per portare farmaci e viveri” ha detto il premier Matteo Renzi da Teheran dove oggi è in visita al presidente iraniano Hassan Rohani.

«VERSO ACCORDI ANCHE ECONOMICI». “Il rapporto tra Libia e Italia non è solo politico e non riguarda solo i nostri governi, ma i nostri stessi popoli. Nella prossima fase la cooperazione aumenterà e dobbiamo concludere diversi accordi, come quello sui visti e sullo spazio aereo per i voli tra Europa e Libia tramite l’Italia”. Lo ha dettto il vicepresidente del Consiglio di presidenza libico, Ahmed Maitiq, nel corso della conferenza stampa con Gentiloni. Nello specifico, il vicepresidente ha detto che è necessario “attuare una serie di accordi in campo petrolifero e di sicurezza”.

I DUE GOVERNI IN LIBIA. La visita di Gentiloni a Tripoli arriva all’indomani dell’insediamento del governo di Sarraj sostenuto dalle Nazioni Unite. È infatti di una decina di giorni fa la fuga dalla capitale libica del suo oppositore Khalifa Ghwell, capo dell’esecutivo “ribelle” estremista islamico che si era insediato a Tripoli.

In seguito alla guerra civile scoppiata alla caduta del rais Muhammar Gheddafi nella primavera del 2011, la Libia dal 2014 è divisa tra 2 contrapposti governi: quello islamista di Tripoli e quello di Tobruk, nell’est della Cirenaica, l’unico riconosciuto dalla comunità internazionale.

libiamappa50402988.jpg
MAPPA DELLA LIBIA (CLICCA PER INGRANDIRE)

COLLOQUI NELLA BASE NAVALE. L’incontro tra Gentiloni e Sarraj è avvenuto nella base navale Abu Sittah, a Tripoli. Stando a quanto riporta il Lybia Herald, un team di 60 membri delle forze di sicurezza italiane sarebbe arrivato nella capitale libica la scorsa settimana in vista della visita di Gentiloni. Un portavoce citato dal giornale ha spiegato che questa sera Sarraj avrà un incontro con i ministri del suo governo per discutere della visita del ministro italiano.

IL PAESE DIVISO Passi avanti verso il governo di unità

Proprio oggi è prevista a Tunisi una conferenza internazionale
per sostenere la stabilizzazione della Libia.

DA TOBRUK ATTESA LA FIDUCIA. Entro il prossimo 18 aprile il parlamento di Tobruk dovrebbe votare la fiducia al governo di unità nazionale libico del premier designato al Sarraj. Lo hanno detto in una conferenza stampa tenuta sabato al Cairo i due vicepresidenti della Camera dei rappresentanti di Tobruk, Mohamed Shùaib e Hmaid Huma.

Sarraj ha presentato la propria squadra di governo lo scorso febbraio e da allora l’assemblea di Tobruk non ha mai raggiunto il quorum richiesto per votare la fiducia, prevista dall’accordo firmato lo scorso dicembre dai rappresentanti dei due parlamenti di Tripoli e Tobruk con la mediazione dell’Onu. A fronte di tale situazione di stallo, Sarraj ha deciso di insediarsi comunque a Tripoli, dove è giunto il 30 marzo scorso.

© riproduzione riservata

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/libia-gentiloni-tripoli-sorpresa-incontra-serraj.aspx