lunedì 16 luglio 2018
Erano rinchiusi nel rimorchio di un tir frigo. Decine di loro sono stati ricoverati per problemi respiratori. I migranti provenivano da diversi Paesi africani e asiatici.
Un convoglio di migranti in una foto d'archivio

Un convoglio di migranti in una foto d’archivio

Arrivano in meno sulle coste italiane, ma continuano a morire durante il viaggio. L’ennesima tragedia si è consumata in Libia. Cento migranti erano rinchiusi nel rimorchio di un tir frigo: otto di loro sono morti soffocati, di cui sei bambini e una donna. Lo ha reso noto la direzione della sicurezza nazionale di Zuara, nel nord-ovest del Paese.

Le forze dell’ordine sono intervenute sul posto dopo una segnalazione: i migranti erano abbandonati all’interno del rimorchio chiuso – per lungo tempo – insieme a taniche di benzina. Decine di loro sono stati ricoverati per problemi respiratori. I migranti provenivano da diversi Paesi africani e asiatici.

© Riproduzione riservata