Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
3 Febbraio 2018

LIBIA/ITALIA – (3 Febbraio 2018)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Centro di detenzione di migranti in Libia
Centro di detenzione di migranti in Libia  (AFP or licensors)

L’appello di Oxfam: l’Italia revochi il Trattato con la Libia

Il governo italiano revochi immediatamente l’accordo Italia-Libia sulle migrazioni firmato un anno fa, il 2 febbraio del 2017. La richiesta arriva da Oxfam e Borderline Sicilia che nel rapporto “Libia, inferno senza fine”

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

Nel rapporto vengono riportate le drammatiche testimonianze di uomini, donne e bambini fuggiti dai Centri di detenzione libici e arrivati, attraverso il Mediterraneo, in Italia. Sono pagine che raccontano la morte, la sofferenza, le torture subite dai chi finisce nei centri libici. “Tale accordo non rispetta i diritti umani né è conforme al diritto internazionale – spiega Oxfam – inoltre la Libia non ha mai firmato la convenzione sui rifugiati del 1951 che protegge le persone in fuga da guerre e persecuzioni. Paolo Pezzati, curatore del Report, ribadisce la necessità di un nuovo accordo da siglare quando “il quadro normativo libico sia in grado di garantire la protezione dei rifugiati e dei migranti vulnerabili.

Ascolta l’intervista a Paolo Pezzati di Oxfam

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.vaticannews.va/it/mondo/news/2018-02/oxfam-libia-italia-trattato.html