Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
14 Luglio 2015

NIGERIA – ( 14 Luglio 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Violenze di Boko Haram tra Nigeria e il Camerun. Almeno 30 morti

Truppe nigeriane  - REUTERS

Truppe nigeriane – REUTERS

I jihadisti di Boko Haram hanno sferrato una nuova serie di attacchi che hanno lasciato sul terreno decine di vittime tra il nord della Nigeria e il Camerun. Violenze che hanno suscitato la condanna da parte dell’Onu, mentre, nelle stesse ore, il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha rimosso dai loro incarichi i capi di esercito, marina ed aeronautica. Marco Guerra:

Attacchi kamikaze, attentati dinamitardi e assalti armati a villaggi. Tra il fine settimana e la giornata di ieri i miliziani di Boko Haram sono stati artefici di una nuova ondata di terrore e violenza nel nord della Nigeria e in Cameroon. In quest’ultimo Paese due bombe sono esplose in un bar di Fotokol, cittadina di confine con lo stato nigeriano di Borno. Tra le 14 vittime diversi militari chadiani, appartenenti al contingente dei Paesi della regione che contrastano i ribelli islamisti. Almeno altre 12 persone sono morte e diverse case sono state date alle fiamme in un assalto armato ad un villaggio nel nord della Nigeria. Infine alla periferia di Maiduguri  un attentatore suicida ha ucciso quattro persone ad un posto di blocco. Davanti a questa nuova offensiva il segretario dell’Onu Ban Ki-moon incoraggia i Paesi della regione a rafforzare la cooperazione. Dal canto suo il presidente nigeriano Buhari ha rimosso i capi di esercito, marina ed  aeronautica, dopo ripetute critiche a quella che considera un’inefficace azione delle forze armate nigeriane contro Boko Haram.

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2015/07/14/violenze_di_boko_haram_tra_nigeria_e_il_camerun/1158268