Paolo M. Alfieri lunedì 18 marzo 2019
Sono nove i feriti. Possibile movente terroristico, governo riunito d’emergenza. Forse coinvolti più uomini, circondato un edificio. Pubblicata la foto di un sospetto: è un turco 37enne
La polizia sul luogo dell'assalto (Ansa)

La polizia sul luogo dell’assalto (Ansa)

Un uomo ha sparato stamane sui passeggeri a bordo di un tram nella città olandese di Utrecht all’altezza della piazza Oktoberplein, provocando secondo il sindaco tre morti e nove feriti. La polizia ha fatto immediatamente scattare una caccia all’uomo. Sul posto è stata subito inviata una unità anti-terrorismo. La polizia ha isolato l’area e chiesto al pubblico di non avvicinarsi, lasciando anche libere le strade circostanti.

In un tweet le forze di sicurezza olandesi hanno fatto sapere di aver preso in considerazione “un possibile movente terroristico”. Il primo ministro olandese Mark Rutte ha riunito l’unità di crisi del governo per occuparsi dell’accaduto. Le autorità hanno innalzato al massimo livello l’allerta terrorismo nella provincia di Utrecht, anche negli aeroporti e nelle altre infrastrutture importanti. Diramata l’allerta anche ad Amsterdam e a Rotterdam, dove in particolare è stata rafforzata la vigilanza nelle stazioni e nelle moschee. Non si escludono nuovi attacchi: l’esortazione ai cittadini è di restare in casa.

La polizia parla di un solo responsabile ma non esclude la possibilità che siano state più persone ad aprire il fuoco. Secondo alcuni testimoni citati dal portale di informazione olandese Algemeen Dagblad, gli assalitori sarebbero stati più di uno. Alla ricerca del fuggitivo sono stati fatti almeno tre blitz finora senza successo.

La foto del sospettato

La foto del sospettato diffusa dalla polizia di Utrecht su Twitter

La foto del sospettato diffusa dalla polizia di Utrecht su Twitter

La polizia ha pubblicato su Twitter la foto dell’uomo sospettato di aver sparato sul tram a Utrecht e chiede informazioni a chi lo abbia visto. Si tratta di Gokman Tanis, un uomo di 37 anni di origine turche.

Secondo fonti turche della Bbc, Tanis “era stato arrestato alcuni anni fa per presunti legami con il Daesh e poi rilasciato”. Tanis, stando alle stesse fonti, era andato a combattere anche in Cecenia.

Il testo originale e completo si trova su:

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/urecht-spari-sul-tram-e-caccia-all-uomo