Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
23 Febbraio 2012

PAKISTAN – ( 23 Febbraio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
PAKISTAN
Faisalabad: estremisti islamici attaccano una congregazione cristiana, feriti due fedeli 
Vittima dell’assalto la Grace Ministry Church, nel mirino dei fondamentalisti per presunte attività di proselitismo. A denunciare la comunità, una famiglia musulmana che vive nella zona. Una persona è stata raggiunta da proiettili e rischia l’amputazione del braccio; un secondo scagliato dal tetto dell’edificio. 

Faisalabad (AsiaNews/Agenzie) – Una decina di musulmani armati ha assaltato la Grace Ministry Church a Faisalabad, ferendo in modo grave due cristiani. Sajid Masih è stato colpito da alcuni proiettili e versa in condizioni critiche in ospedale; l’uomo rischia l’amputazione del braccio. Un altro fedele della congregazione protestante, Boota Masih, è stato spinto dal tetto – un’altezza di circa sei metri – dopo essere stato colpito più volte con un calcio del fucile. Alla base del raid estremista vi sarebbe l’accusa rivolta alla locale chiesa di evangelizzare musulmani nel tentativo di convertirli al cristianesimo. Più volte in passato la comunità è stata oggetto di assalti e di minacce di morte al pastore e alla sua famiglia.

Fonti del Pakistan Christian Post riferiscono che Sajid (nella foto) e Boota sono stati trasportati in ospedale e sottoposti a un delicato intervento chirurgico, durato oltre quattro ore. I medici hanno estratto una pallottola dal braccio di Sajid, ma le sue condizioni restano gravi e i sanitari potrebbero decidere per l’amputazione del braccio che è a rischio cancrena. Il proiettile ha trapassato l’arto e si è conficcato in una costola.

L’attacco alla Grace Ministry Church è avvenuto ieri e la comunità cristiana è tuttora sotto shock. Intanto le forze di polizia, invece di perseguire i responsabili della violenza, hanno aperto un fascicolo di inchiesta contro il reverendo Altaf Khan – pastore della comunità – e altri 20 fedeli. Gli agenti hanno già arrestato l’autista Pervaiz Masih, un altro fedele cristiano chiamato Nazish Nadeem, insieme a due guardie responsabili della sicurezza, Rafiq Masih e Shahzad.

La chiesa protestante è stata fondata nel 1987 e negli ultimi tempi ha subito forti pressioni e attacchi, per presunti casi di proselitismo. Negli ultimi due mesi, racconta il rev. Khan, “io e la mia famiglia abbiamo ricevuto minacce di morte da estremisti e terroristi non meglio indentificati”. A lanciare l’accusa di proselitismo sarebbe stata l’unica famiglia musulmana, che abita nella via in cui sorge la Grace Ministry Church di Faisalabad. “Alcuni gruppi cristiani e musulmani – conclude il rev. Khan – gelosi del nostro ministero hanno finanziato i gruppi terroristi e sostenuto i loro attacchi”.

Il testo completo si trova su:

http://www.asianews.it/notizie-it/Faisalabad:-estremisti-islamici-attaccano-una-congregazione-cristiana,-feriti-due-fedeli-24049.html