Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
31 Luglio 2013

PAKISTAN – ( 31 Luglio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Il Pakistan ha un nuovo presidente ma non cessa la violenza



Mamnoon Hussain è stato eletto ieri 12.mo presidente del Pakistan dal parlamento di Islamabad. Hussain succede ad Asif Ali Zardari, il cui mandato scade in settembre. Ma la giornata è stata funestata dall’attacco armato di un gruppo di fondamentalisti al carcere di Dera Ismail khan con la liberazione di quasi 250 detenuti. Il servizio di Maurizio Salvi:RealAudioMP3

L’attacco, condotto da un centinaio di guerriglieri pesantemente armati del movimento Tehrek-e-Taliban Pakistan vicino ad Al Qaida, e’ avvenuto in piena notte ed ha colto di sorpresa sia le autorita’, sia il presidio di sicurezza del carcere che e’ stato rapidamente sopraffatto.Per circa quattro ore i militanti hanno praticamente fatto quello che hanno voluto, uccidendo sei guardie carcerarie ed anche sei detenuti di fede sciita, scegliendo poi con l’aiuto di un megafono i circa 250 prigionieri da far evadere.Fra questi, ha reso noto una fonte della polizia, una quarantina erano in carcere accusati di atti di terrorismo. La spettacolare operazione di Dera Ismail Khan e’ la seconda portata a termine dai talebani pachistani in 15 mesi dopo quella che lo scorso anno, nella vicina Bannu, permise l’evasione di oltre 400 detenuti. Significativamente, l’attacco e’ stato realizzata proprio nel giorno in cui l’Assemblea nazionale e le quattro Assemblee provinciali del Pakistan erano impegnate nell’elezione del 12/0 presidente della Repubblica del Pakistan, destinato a succedere a Asif Ali Zardari, il cui mandato scade a settembre. Il risultato della votazione, scontato alla vigilia, ha premiato ampiamente l’uomo d’affari Mamnoon Hussain, originario di Karachi e uomo di fiducia del premier Nawaz Sharif.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/07/31/il_pakistan_ha_un_nuovo_presidente_ma_non_cessa_la_violenza/it1-715595

del sito Radio Vaticana