Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
22 Settembre 2014

RUSSIA – ( 22 Settembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Russia pronta a partecipare alla coalizione contro l’Is

Combattimenti in Iraq

 

La Russia, uno dei principali alleati del presidente siriano Bashar al Assad, sarebbe pronta a partecipare alle operazioni internazionali in Siria contro l’Is, ma solo col placet di Damasco. Intanto, nel nord della Siria continua l’avanzata dei miliziani jihadisti nei villaggi a maggioranza curda. Il servizio di Elvira Ragosta:

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, a colloquio telefonico con il segretario di Stato Usa Jhon Kerry, ha posto le condizioni per un’eventuale partecipazione di Mosca ai raid internazionali contro i miliziani jihadisti in Siria: che ci sia il consenso di Damasco, che sia garantita l’integrità territoriale siriana e che siano rispettate le norme internazionali. In Iraq, intanto, è stata ancora una domenica di sangue: le forze di sicurezza irachene hanno ucciso 13 jihadisti dell’autoproclamato stato islamico nel corso di un attacco presso l’università di Tikrit. Sale così a 3.549 il numero di miliziani uccisi nel solo mese di settembre dai militari iracheni, secondo i comunicati ufficiali. Si continua a combattere anche sul versante siriano, dove il sedicente califfato ha conquistato decine di villaggi curdi al confine con la Turchia e minaccia la citta’ di Ayn al-Arab, chiamata Kobane dai curdi. L’Alto commissariato Onu per i rifugiati parla di oltre 70mila curdi siriani scappati in Turchia, dopo l’apertura, venerdì scorso, da parte di Ankara, di diversi varchi al confine  con la Siria. Un flusso destinato a crescere, nei prossimi giorni, infatti, sono attesi in Turchia centinaia di migliaia di rifugiati. Intanto, sulla liberazione dei 46 ostaggi turchi rapiti in Iraq e rimasti prigionieri dell’Is per 100 giorni, il presidente turco Erdogan ha smentito il pagamento di un riscatto, affermando che il rilascio è stato il frutto di trattative diplomatiche.

 

Il testo completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2014/09/21/russia_pronta_a_partecipare_alla_coalizione_contro_lis/1107038