Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
1 Settembre 2011

SIRIA – (1 Settembre)

Siria: quasi 500 le vittime delle proteste durante il Ramadan
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
In Siria, è salito a 473 vittime il bilancio delle proteste inscenate durante il Ramadan contro il presidente Assad, che comunque non ferma la repressione. Amnesty International ha pubblicato un Rapporto che elenca oltre 1.800 vittime e denuncia la gravissima condizione di detenzione degli oppositori. Ed è “giallo” sul procuratore generale di Hama, che ha annunciato le sue dimissioni in segno di protesta contro la repressione. Secondo dall’agenzia ufficiale “Sana”, il magistrato sarebbe stato rapito da un gruppo di dissidenti che lo avrebbe costretto a dichiarare le sue dimissioni. Intanto, è sempre largo il fronte delle condanne della comunità internazionale. Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha annunciato che il suo Paese farà qualsiasi cosa sia “legalmente” in suo potere per sostenere la vittoria dell’opposizione. Il ministro degli Esteri russo, Lavarov, ha definito ”inaccettabile” l’uso della violenza contro i civili, ma nello stesso tempo critica l’Occidente per il rifiuto di discutere le ”tardive ma vere riforme” proposte dal presidente Assad.

Il testo completo si trova su:

 
http://www.radiovaticana.org/italiano/Articolo.asp?c=517119