Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
11 Luglio 2013

SIRIA – ( 11 Luglio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Allarme dell’Onu per il conflitto siriano che sconfina in Libano



E’ forte la preoccupazione delle Nazioni Unite per l’impatto che la crisi in corso in Siria sta producendo sul vicino Libano. Allarme anche per i rifugiati siriani da parte della Germania che ha chiesto la convocazione di una conferenza europea sul tema. Intanto si denuncia anche il traffico di spose bambine. Il servizio di Marina Calculli:RealAudioMP3

L’Onu lancia l’allarme. Il conflitto siriano si sta pericolosamente allargando in Libano, dopo l’esplosione che due giorni fa ha colpito il cuore della periferia sciita della capitale controllata da Hezbollah. Si moltiplicano infatti sul territorio i gruppi combattenti pro e anti Assad mentre il gruppo parlamentare del 14 marzo, avversario di Hezbollah punta il dito: “avevamo avvertito il partito di Dio che un suo coinvolgimento nel conflitto siriano ne avrebbe comportato l’allargamento”. In Siria intanto diverse organizzazioni impegnate sul terreno lanciano un allarme per fermare il mercato delle spose-bambine. Sono giovani, con la pelle chiara e possibilmente occhi verdi o azzurri, vendute per 5mila euro o anche meno a ricchissimi e vecchi uomini del Golfo che poi abusano di loro. Come ogni conflitto anche quello siriano è intriso di drammi umani e personali. Molte madri preferiscono vendere le proprie figlie anche per evitare che poi vengano stuprate nei villaggi o nei campi profughi.

Testo proveniente dalla pagina

http://it.radiovaticana.va/news/2013/07/11/allarme_dellonu_per_il_conflitto_siriano_che_sconfina_in_libano/it1-709390


del sito Radio Vaticana