Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
22 Aprile 2014

SIRIA – ( 22 Aprile )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

270 morti in Siria, mentre si discute delle elezioni indette da Assad



Continuano i combattimenti in Siria e, secondo l’opposizione, nella giornata di ieri ci sono stati 270 morti. Intanto la decisione del regime di Assad di tenere elezioni presidenziali per il prossimo 3 giugno è stata criticata dalla comunità internazionale e dall’opposizione. Dagli Stati Uniti è arrivata anche una nuova accusa al governo sull’uso di armi chimiche. Si torna a parlare di padre Paolo dall’Oglio, rapito nello scorso luglio. Il servizio di Davide Maggiore:RealAudioMP3

Il voto in Siria potrebbe compromettere la possibilità di una “soluzione politica” e “non è coerente” conla transizione democratica auspicata dal comunicato di Ginevra. Così, dopo l’opposizione, anche il Palazzo di Vetro critica la decisione di Assad: sulla stessa linea Unione europea e Stati Uniti. Washington ha inoltre parlato di “indicazioni” dell’uso di armi chimiche, probabilmente cloro, da parte dei governativi, questo mese nel villaggio di Kfar Zeita. Chiedono invece riserbo le autorità italiane sulla vicenda di padre Paolo dall’Oglio: il gesuita, secondo informazioni circolate ieri, sarebbe vivo e in mano ai qaedisti dello Stato Islamico d’Iraq e del Levante. Nessuna notizia, al contrario, dei due vescovi ortodossi di Aleppo, rapiti esattamente un anno fa. Intanto continua l’emergenza umanitaria, che è stata ricordata da Papa Francesco nel messaggio Urbi et Orbi. Su questo, al microfono di Cecilia Seppia, il nunzio apostolico a Damasco, mons. Mario Zenari:

“Le Nazioni Unite hanno suonato il campanello di allarme – per esempio – nel quartiere palestinese di Yarmouk. E poi non parliamo di Homs e di altri quartieri o villaggi! Direi che questa è una cosa che non possiamo accettare! Gli aiuti sono pronti, sono lì alle porte di questi villaggi e di questi quartieri e per mancanza di sicurezza le agenzie umanitarie non possono entrare!”

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2014/04/22/270_morti_in_siria,_mentre_si_discute_delle_elezioni_indette_da_assad/it1-792754

del sito Radio Vaticana