Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
25 Marzo 2014

SIRIA – ( 25 Marzo )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Crisi siriana. Brahimi: ha esclusa, per ora, Ginevra 3



Senza sosta i combattimenti in Siria tra oppositori del regime e militari. Sul fronte diplomatico l’inviato speciale di Onu e Lega Araba per la crisi, Lakhrad Brahimi, ha escluso, per ora, “Un ritorno al tavolo negoziale di Ginevra perché – spiega – per il momento i criteri non sono stati rispettati”. Marina Calculli:00:00:51:53

Se all’inizio del mese l’esercito fedele ad Assad era riuscito a fare arretrare i ribelli in molte zone del Paese, a Qalamoun, nella regione di Damasco, il vento pare ora spirare dall’altra parte. Nella regione di Aleppo, di Idlib e perfino a Latakia, in gran parte fedele al regime, i ribelli stanno conquistando posizioni importanti. A Idlib, l’esercito di Assad ha perduto ben 15 posizioni e mantiene solo la base militare di Wadi Daif. Secondo uno dei portavoce dei ribelli citato dall’osservatorio siriano per i diritti umani, la presenza dello “Stato islamico per l’iraq e il Levante” è diminuita notevolmente e i ribelli hanno ricevuto un rifornimento importante di armi dalla Turchia. Dal canto suo, poi, il regime ha ridato il via a violentissimi bombardamenti: ieri le bombe si sono abbattute su Aleppo. Human Rights Watch denuncia l’uccisione di molti civili.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2014/03/25/crisi_siriana._brahimi:_ha_esclusa,_per_ora,_ginevra_3/it1-784529
 

del sito Radio Vaticana