Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
26 Febbraio 2015

SIRIA – ( 26 Febbraio 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Stato islamico
Siria, rapiti 220 cristiani in 3 giorni
 

È salito ad un totale di 220 il numero di cristiani assiri rapiti dakll’Is negli ultimi tre giorni nella regione nord-orientale siriana di Hasaka, snodo dicollegamento con i territori del ‘Califfato’ con l’Iraq. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani secondo il quale i sequestri di cristiani sono avvenuti in 10 villaggi intorno al capoluogo Hasaka. Nella zona è anche in corso da domenica scorsa una grande offensiva dei peshmerga curdi dell’Ypg sostenuti dai raid aerei della coalizione internazionale a guida Usa.
40 giovani australiane in Siria e Iraq per la jihad. Decine di donne australiane, circa 40, fra cui le cosiddette ‘spose jihad’, si sono recate segretamente in Iraq e in Siria per unirsi a gruppi terroristici. “Un numero crescente di giovani donne si unisce all’Isis, nonostante vengano usate come schiave del sesso e in alcuni casi come kamikaze”, ha riferito in parlamento il ministro degli Esteri australianoJulie Bishop. “Raggiungono i mariti combattenti stranieri e cercano di trovare un partner, oppure forniscono sostegno a organizzazioni terroristiche”, ha detto. Le donne costituiscono ora quasi un quinto di tutti i foreign fighters, e si crede che oltre 500 provengano da paesi occidentali, ha aggiunto. “È contro la logica, dato l’atteggiamento dell’Isis verso le donne”, ha detto il ministro. “Se non bastassero le uccisioni e le esecuzioni, l’Isis ha pubblicato istruzioni sul trattamento delle schiave del sesso, che includono stupri e percosse. Neanche le bambine sono immuni, le istruzioni incoraggiano attacchi sessuali su ragazzine che non hanno raggiunto la pubertà”.

Il testo originale e completo si trova su:
http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/is-rapiti-almeno-220-cristiani-in-siria.aspx