Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
26 Giugno 2013

SIRIA – ( 26 Giugno )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Cattolici e musulmani a una voce: basta spargimento di sangue in Siria



Porre fine allo “spargimento di sangue” e all’“uccisione di molte persone innocenti” in Siria. Lo chiedono a una voce cattolici e musulmani nel comunicato finale della 19.ma riunione della Commissione di Collegamento Islamico-Cattolica, svoltasi a Roma nei giorni scorsi sul tema “Credenti a confronto con il materialismo e il secolarismo nella società”. Di seguito i sei punti del comunicato, che recano la firma del cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, e del prof. Hamid bin Ahmad Al-Rifaie, presidente del Forum Islamico Internazionale per il Dialogo:

“Cristianesimo e Islam affermano l’inseparabilità e la complementarità tra gli ambiti materiali e quelli spirituali. La nostra responsabilità di credenti è quella di conciliare queste dimensioni della vita.

Molte persone oggi soffrono per la perdita delle radici spirituali e religiose; questo fenomeno indebolisce entrambe le dimensioni interiori e morali degli individui e delle società.

Il mondo si trova ad affrontare oggi molti tipi di crisi. Noi riconosciamo la nostra comune responsabilità come credenti in Dio facendo tutto il possibile per proteggere le persone più vulnerabili in questa fase.

I partecipanti sono stati onorati e lieti di essere stato ricevuti in udienza da Sua Santità Papa Francesco, che li ha incoraggiati a proseguire i loro sforzi sulla via del dialogo rispettoso e fecondo tra credenti per la pace e la prosperità del nostro mondo.

Condanniamo con forza in particolare ciò che sta accadendo in Siria: l’uccisione di molte persone innocenti, l’aggressione contro il carattere sacro della vita umana e contro la dignità delle persone; invitiamo quindi le organizzazioni regionali e internazionali a fare ciò che è possibile per fermare la spargimento di sangue, secondo il diritto internazionale.

Il comitato terrà la sua prossima riunione a Tatwan (Marocco), che sarà preceduta da un evento preparatorio. La parte musulmana si impegnerà a organizzarla”.

Testo proveniente dalla pagina

http://it.radiovaticana.va/news/2013/06/26/cattolici_e_musulmani_a_una_voce:_basta_spargimento_di_sangue_in_siria/it1-705006


del sito Radio Vaticana