Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
28 Settembre 2011

SIRIA – (28 Settembre)

In Siria i cristiani sono a favore delle riforme, ma contro la violenza
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
I cristiani in Siria vogliono le riforme, ma rifiutano la violenza come strumento per ottenerle: racconta così all’agenzia Misna una fonte anonima cristiana, residente a Homs, che spiega la posizione silenziosa della comunità cristiana, accusata, quindi, di sostenere incondizionatamente il governo di Assad. “La violenza, da entrambe le parti, minaccia di trascinare il Paese in una pericolosa spirale – è la testimonianza della fonte che vive in una città in cui la maggioranza è costituita da sunniti e alawiti e dove da diversi giorni si verificano omicidi mirati che stanno gettando nel panico la popolazione – noi cristiani siamo sempre stati in prima linea a rivendicare e proteggere i diritti democratici in Medio Oriente pagando spesso un prezzo molto alto”. Secondo le stime dell’Onu, dall’inizio delle proteste, in Siria si conterebbero oltre 2700 vittime.


Il testo completo si trova su:

 
http://www.radiovaticana.org/it1/articolo.asp?c=524388