Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
9 Giugno 2016

SIRIA – ( 9 Giugno 2016 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Frati di Aleppo agli oratori italiani: sostenete i nostri Centri estivi

Donne e bambini ad Aleppo  - REUTERS

Donne e bambini ad Aleppo – REUTERS

Fra Ibrahim Alsabagh, parroco ad Aleppo, ha inviato una lettera ai parroci italiani che organizzano i Centri estivi perché questa estate vengano sensibilizzati i bambini e i ragazzi sulla realtà del Medio Oriente. “Anche qui ad Aleppo, i ragazzi e i bambini che si raccolgono attorno alla comunità cristiana animata dai frati francescani della Custodia di Terrra Santa hanno il loro Grest (Gruppo Estivo, ossia la proposta cristiana delle parrocchie per un’estate che parli di Dio, di amicizia, di condivisione) – scrive padre Alsabagh -. Certo non è facile promuovere momenti di serenità e di gioia in una città devastata dalla guerra, nella quale manca tutto e in cui ogni giorno porta paura e nuove angosce. Ma anche qui, in una Aleppo semidistrutta, la gioia di stare insieme per vivere lietamente i momenti della preghiera e della riflessione riesce a prendere il sopravvento”.

Gemellaggi con oratori italiani per aiutate il Centro estivo di Aleppo
La proposta del parroco di Aleppo è quella di realizzare gemellaggi con l’oratorio siriano in occasione del Centro estivo, per far sentire la propria vicinanza a quanti vivono quotidianamente nella guerra. Sul portale dell’Associazione Pro Terra Sancta è possibile scaricare tutto il necessario per aderire a “Il nostro Grest aiuta i bambini della Siria”. 

Ogni gesto di condivisione sarà accolto con gioia
​In l’occasione del Giubileo della Misericordia è stato inoltre preparato un libretto sulle Opere di Misericordia vissute e incarnate nella città di Aleppo. L’opuscolo illustra l’attività dei frati francescani della Custodia di Terra Santa. “Ogni gesto di condivisione – conclude padre Ibrahim – qui sarà accolto con gioia, così come con gioia saranno accolti un disegno, una poesia, una lettera, importanti per far sapere a noi tutti, cristiani di Aleppo, che ci siete vicini e che pregate perché il Signore ci protegga, ci custodisca e faccia tornare la pace quaggiù”. (T.C.)

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2016/06/09/frati_aleppo_a_oratori_italiani_sostenete_i_centri_estivi/1235839