Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
4 Luglio 2014

SUDAN – ( 4 Luglio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Sudan: violenze tribali per il controllo di aree petrolifere, 150 morti

Pozzo petrolifero

04/07/2014
 

È di almeno 150 morti il bilancio di una nuova fiammata di scontri tribali avvenuta nella regione sudanese del Kordofan occidentale. Al centro della disputa tra due clan rivali il controllo di un area petrolifera. Il servizio di Marco Guerra:

I terreni in prossimità dei campi petroliferi. Sono sempre loro l’oggetto delle sanguinose dispute tra clan rivali che si fronteggiano nella turbolenta regione del Kordofan occidentale in Sudan. Ieri 150 persone hanno perso la vita nello scontro armato tra fazioni all’interno della tribù dei Misseriya. I feriti sono più di cento. Solo un mese prima un’altra carneficina di 41 persone per contendersi una area deve sono in corso esplorazioni petrolifere da parte di società straniere. Il Kordofan occidentale è una regione dove c’è la maggior parte degli impianti petroliferi del Sudan e confina con la regione contesa tra Sud Sudan e Khartoum di Abyei, anch’essa ricca di petrolio. Un territorio dove ha imperversato anche il Movimento di Liberazione dei Cittadini del Sudan che si è contrapposto per molto tempo con le truppe dell’esercito regolare sudanese. Un conflitto  risolto con un accordo di pace del 2004 ma di cui ancora si avvertono pesanti strascichi.

 

Il testo completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2014/07/04/sudan_violenze_tribali,_150_morti/1102511