Sara Lucaroni domenica 6 giugno 2021
Lo ha presentato al Consiglio di sicurezza il capo del team investigativo Unitad, che dal 2018 indaga sui crimini di guerra del Daesh
Il video con le "prove del genocidio" mostrato all'Onu

«Prove chiare e convincenti», sintetizzate in un video di 21 minuti presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Lo ha presentato Karim Khan, capo del team investigativo Unitad, che dal 2018 indaga sui crimini di guerra del Daesh e sull’accusa di «genocidio» nei confronti della comunità yazida. Ha stabilito che l’obiettivo era «distruggere gli yazidi fisicamente e biologicamente » nel distretto del Sinjar e le prove «testimoniali, documentali, digitali e forensi» ora sono a disposizione dei tribunali.

Il prossimo 15 giugno il capo degli investigatori Karim Khan diventerà Procuratore capo presso la Corte penale internazionale, ma il team entro la fine dell’anno presenterà anche i primi risultati sui crimini «contro le minoranze cristiane, kakai, shabak, turkmene, sciiti e sunniti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA