Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
22 Dicembre 2017

ASIA/PAKISTAN – (22 Dicembre 2017)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

ASIA/PAKISTAN – Nella chiesa colpita dall’attentato a Quetta il Natale si celebrerà

venerdì, 22 dicembre 2017 terrorismo   chiese locali   ecumenismo   violenza   martiri   natale  
PAKISTAN
AG

La chiesa metodista di Quetta dopo l’attacco

Quetta (Agenzia Fides) – I fedeli cristiani di Quetta celebreranno le liturgie del Natale nella chiesa metodista colpita dall’attentato del 17 dicembre: lo rivela all’Agenzia Fides il Pastore protestante Simon Bashir, incaricato della cura pastorale della Bethel Methodist Memorial Church, devastata dai attacchi kamikaze che hanno fatto 14 morti e 56 feriti. Il parroco conferma che, dopo una consultazione con i fedeli della comunità, la messa e le celebrazioni del Natale non saranno cancellate. La chiesa resterà aperta il 24 e il 25 dicembre, grazie al lavoro di tanti fedeli che, in queste ore, sono all’opera per rendere agibile l’edificio. “Stiamo riparando temporaneamente le finestre rotte con lastre di plastica. La porta è aggiustata alla meglio con lastre di legno. Useremo dei tappeti al posto delle panche danneggiate”, riferisce il Pastore a Fides, notando la grande buona volontà dei fedeli che si impegneranno anche nel rafforzare il servizio di sicurezza. Alle celebrazioni sono invitati anche il Primo Ministro e le autorità politiche della provincia del Beluchistan, di cui Quetta è capitale. Parlando dei danni, il Pastore nota che i danni nell’edificio ammontano, approssimativamente, a un valore di un milione di rupie (7.700 euro).
Piena solidarietà alla comunità colpita viene dalle altre comunità cristinae pakistane. P. Sabir Sadiq, prete cattolico Vicario generale della diocesi cattolica di Hyderabad dichiara a Fides: “Condanniamo le attività, i gruppi e le persone attive nel terrorismo, che ha in spregio la vita umana. I fedeli morti a Quetta sono martiri, perchè sono morti mentre erano alla presenza di Dio. Da questi episodi dobbiamo imparare a rispettare la fede gli uni degli altri. Ed è solo possibile attraverso l’educazione morale ed etica”.
Il cristiano Khalil George, parlamentare eletto a Quetta e membro dell’Assemblea nazionale rileva all’Agenzia Fides: “Sono triste nel constatare che non c’è molta sicurezza nelle Chiese. Ho chiesto al Governo Federale di erogare i fondi necessari per assicurare protezione alle chiese”. George ha inoltre chiesto al governo di stanziare un risarcimento di 30 milioni di rupie (228mila euro) alle famiglie delle vittime e di 10 milioni (76mila euro) per ogni persona ferita. (AG) (Agenzia Fides 22/12/2017)

AG

Il cancello principale del compound
AG

AG

La croce sulla chiesa di Quetta danneggiata
Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/63452-ASIA_PAKISTAN_Nella_chiesa_colpita_dall_attentato_a_Quetta_il_Natale_si_celebrera