Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
16 Aprile 2015

ASIA/TURCHIA – ( 16 Aprile 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

ASIA/TURCHIA – Anche il Patriarcato armeno di Costantinopoli commemorerà le vittime del Genocidio

Istanbul (Agenzia Fides) – Anche il Patriarcato armeno di Costantinopoli, con sede a Istanbul, commemorerà il centesimo anniversario dei massacri sistematici contro il popolo armeno iniziati il 24 aprile 1915 con il rastrellamento e l’uccisione di alcune centinaia di intellettuali della comunità armena che risiedevano nella metropoli sul Bosforo. Una Messa, presieduta dal Vicario patriarcale Aram Ateshian, sarà celebrata nella chiesa della Sede patriarcale per commemorare le vittime dello sterminio, che in quell’occasione saranno commemorate come sante. La stampa turca mette in risalto che il celebrante non utilizzerà la definizione di Genocidio per ricordare le sofferenze vissute “da tutte le parti” nei tragici fatti di cento anni fa. 
Nel contempo, il giornalista e scrittore turco di origine armena Etyen Mahcupyan, attuale primo consigliere del Premier turco Ahmet Davutoglu, ha riconosciuto che i massacri di armeni perpetrati in Anatolia nel 1915 sotto la regia ideologica dei Giovani Turchi possono essere legittimamente definiti come Genocidio. “Se si riconosce che quelli accaduti in Bosnia e in Africa sono stati Genocidi – ha dichiarato Mahcupyan in un’intervista per un sito online – è impossibile non chiamare genocidio anche quello che accadde agli armeni nel 1915”, aggiungendo che l’uso di tale termine per gli armeni riveste un significato “più psicologico che politico”. 
Il Primo Ministro Davutoglu, di cui pure Mahcupyan è consigliere, ha affermato che con la sua citazione del Genocidio armeno il Papa si è schierato con il “fronte del male” ostile alla Turchia. Mentre il Presidente Recep Tayyip Erdogan, in dichiarazioni rilanciate dai media turchi, ha detto che la Turchia “si comporta generosamente” non espellendo i 100mila armeni immigrati che lavorano nel Paese senza essere cittadini turchi, anche se “potrebbe farlo”. (GV) (Agenzia Fides 16/4/2015).

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.fides.org/it/news/57429-ASIA_TURCHIA_Anche_il_Patriarcato_armeno_di_Costantinopoli_commemorera_le_vittime_del_Genocidio