Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
15 Novembre 2013

CAMERUN – ( 15 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

CAMERUN: SACERDOTE FRANCESE RAPITO DA BOKO HARAM E PORTATO IN NIGERIA

Un sacerdote francese, p. Georges Vandenbeusch, è stato rapito da Boko Haram in Camerun ed è stato portato in Nigeria. Lo riferisce l’Agenzia Fides, citando le autorità camerunesi. Il sacerdote è stato prelevato da una quindicina di uomini armati che parlavano inglese, haussa e kanuri la sera del 13 novembre nella sua parrocchia di Nguetchewe, nel nord del Paese. “P. Georges ha preso il mio posto quando ho lasciato la parrocchia di Nguetchewe, nel 2011 – dice il parroco precedente di Nguetchewe, don Felice Cantoni della diocesi di Como -. Siamo rimasti in contatto per un anno e mezzo, perché sono andato a fondare un’altra parrocchia un po’ più lontano proprio al confine con la Nigeria. P.Georges è un bravo sacerdote che stava lavorando bene”. Dal racconto del sacerdote italiano si comprende che la zona è da tempo un’area a rischio. “Ho rischiato anch’io di essere ucciso – dice don Cantoni -, ma nel mio caso non erano appartenenti alla setta di Boko Haram ma banditi comuni che erano venuti a rapinare una suora”. “Siamo al confine con la Nigeria – prosegue – ma finora il problema era rappresentato dal banditismo locale. La missione delle suore della Santa Famiglia di Bordeaux è stata rapinata a più riprese. Adesso ci troviamo di fronte alla setta islamista di Boko Haram che ha già rapito in Camerun una famiglia francese qualche mese fa (che poi è stata liberata)”. Padre Cantoni auspica che padre Georges “perché venga presto liberato sano e salvo”.

Il testo completo si trova su:

http://www.agensir.it/pls/sir/v4_s2doc_b.stampa_quotidiani_cons?id_oggetto=274539