Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
29 Ottobre 2018

ISRAELE/PALESTINA – (29 Ottobre 2018)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Gaza, raid aereo israeliano uccide tre ragazzi palestinesi fra i 12 e i 14 anni

Secondo l’esercito erano intenti a “piazzare ordigni esplosivi” lungo la frontiera con la Striscia. Per Israele i militari aprirebbero il fuoco “solo per difesa personale” o contro assalitori che cercano di infiltrarsi. Da marzo, inizio della protesta, almeno 200 palestinesi uccisi dall’esercito.

 

Gaza (AsiaNews/Agenzie) – Un caccia dell’aviazione israeliana ha colpito ieri tre ragazzi palestinesi, intenti a raggiungere la barriera di sicurezza eretta dal governo a difesa dei confini. Lo riferiscono fonti dell’esercito con la stella di David, secondo cui i giovani erano “all’apparenza” intenti a “piazzare ordigni esplosivi” lungo la frontiera fra Israele e Gaza.

Fonti mediche palestinesi affermano che i tre erano di “età compresa fra i 12 e i 14 anni” ed erano originari della cittadina di Khan Younis. Essi sono morti nel contesto di un “raid aereo di Israele nella zona sud-orientale della Striscia di Gaza”,

Ashraf al-Kidra, funzionario del ministero della Sanità, riferisce che il personale di un’ambulanza sta trasportando i cadaveri in un ospedale, dopo averli recuperati all’interno della recinzione perimetrale che divide Gaza da Israele.

Dal marzo scorso i palestinesi promuovono proteste settimanali nell’area, che in alcuni casi sfociano in incidenti o violenze. Dietro le manifestazioni, promosse dai leader di Hamas, il sostegno alle rivendicazioni dei rifugiati palestinesi che chiedono di tornare nelle loro case che, oggi, si trovano in un territorio annesso da Israele. Oltre 200 i palestinesi uccisi dall’esercito, la maggior parte dei quali nel contesto di dimostrazioni di piazza.

Commentando l’ultimo episodio di violenza, l’esercito israeliano afferma che i tre giovani “stavano cercando di piazzare ordigni esplosivi”. Da qui la scelta di intervenire, perché i militari aprirebbero il fuoco “solo per difesa personale” o contro (presunti) assalitori che cercano di infiltrarsi in territorio israeliano mescolati fra la folla, con l’intendo di commettere crimini.

Nell’area nel luglio scorso un cecchino palestinese ha centrato e ucciso un soldato israeliano.

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.asianews.it/notizie-it/Gaza,-raid-aereo-israeliano-uccide-tre-ragazzi-palestinesi-fra-i-12-e-i-14-anni-45330.html