Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
6 Luglio 2017

LIBANO – (6 Luglio 2017)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
LIBANO

Una falsa squadra di calcio dell’Isis, per attirare giovani reclute

 

Gli allenamenti venivano interrotti da corsi di religione sul pensiero jihadista. Quattro membri della cellula dell’Isis arrestati, ma le forze di sicurezza cercano altri affiliati.  

 

Beirut (AsiaNews/OLJ) – Una rete di reclutamento di minori legata al gruppo jihadista dello Stato islamico (Isis) è stata smantellata in Libano, lo ha riferito ieri la Sicurezza generale (Sg). La rete aveva istituito una falsa squadra di calcio per attirare i giovani.

Quattro cittadini siriani, indicati con le loro iniziali B.S., Kh.S., M.Z. e Y.Z, sono stati arrestati per la loro appartenenza all’Isis, in una data non precisata dalla Sg. Durante il loro interrogatorio, i quattro individui hanno ammesso di avere legami con l’Isis.

Uno di loro, B.S., ha riferito che la famiglia di sua moglie, rientrata in Siria, aveva simpatie per il gruppo terrorista. B.S. aveva quindi giurato fedeltà all’Isis davanti suo cognato, Mohammad, un combattente di Daesh [Stato islamico in arabo, ndr] attivo a Raqqa, roccaforte del gruppo in Siria.

B.S. è da allora in contatto – in specifico attraverso l’intermediazione di suo fratello Khaled, già arrestato dalla Sg – con un certo Abou Omar al-Chami, un responsabile dell’“immigrazione” a Raqqa. B.S. ha più volte tentato di andare in Siria senza successo per unirsi ai ranghi dell’Isis insieme alla moglie di suo fratello Sleiman, anche lei arrestata.

Data la difficoltà della missione, tutti loro hanno deciso di creare una cellulare terroristica in Libano. Tali individui hanno cercato di reclutare alcuni minori libanesi e siriani sul territorio libanese con l’obiettivo di creare numerose cellule dormienti dell’Isis in tutto il Paese.

Il gruppo raccontava ai minorenni di aver fondato una squadra di calcio. Un comunicato della Sg spiega che degli allenamenti venivano organizzati, ma che erano spesso interrotti da corsi di religione durante i quali essi insegnavano il pensiero del gruppo jihadista. Le forze di sicurezza sono alla ricerca di altri membri della rete.

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.asianews.it/notizie-it/Una-falsa-squadra-di-calcio-dell’Isis,-per-attirare-giovani-reclute-41210.html