Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
19 Novembre 2014

MEDIO ORIENTE – ( 19 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

MO: sale a sette morti l’attacco alla Sinagoga di Gerusalemme

Dimostranti ebrei – EPA

È salito a sette morti il bilancio complessivo dell’attacco terroristico di ieri alla sinagoga del sobborgo Har Nof di Gerusalemme, dopo che uno dei poliziotti rimasti feriti non ha superato la notte. L’attacco è stato rivendicato dal Fronte popolare per la liberazione della Palestina. Hamas parla di “atto eroico” e il premer dello Stato ebraico Netanyahu promette una risposta dura e chiede una condanna senza distinguo da parte della comunità internazionale. Il servizio di Graziano Motta:

Due considerazioni emergono dalla strage nella sinagoga : la sua efferatezza innanzi tutto, perché i protagonisti palestinesi, i cugini Rassan e Uday Abu Jamal, hanno fatto proprio macello con mannaie e coltelli dei quattro rabbini in preghiera dei quali sono stati celebrati i funerali mentre tre dei cinque fedeli in ospedale versano in condizioni disperate; e perché hanno reagito con furore contro gli agenti di polizia sopraggiunti, che li hanno alla fine uccisi, ma un ufficiale non è sopravvissuto alle ferite e un suo collega lotta tra la vita e la morte. L’esempio dei boia dello Stato islamico ha contagiato i musulmani di Gerusalemme è poi l’interrogativo che affiora per la connotazione religiosa della tragedia nel contesto delle tensioni religiose sollevate da ebrei ultraortodossi che in occasione delle recenti festività di Succot intendevano pregare sulla preclusa  Spianata delle Moschee che i musulmani, conquistata Gerusalemme, edificarono sulle rovine del tempio di Erode. Tensioni persistenti i cui sintomi sono per alcuni osservatori da terza intifada e divenute oggetto di recriminazione da parte delle autorità istituzionali israeliane che promettono una dura risposta all’ “attacco concentrato di Gerusalemme” e delle accuse del premier Netanyahu al presidente palestinese Abu Mazen , che pure ha condannato quest’ultima tragedia, per gli incitamenti all’odio religioso che, ha detto,  la comunità internazionale non ha condannato ma ignorato.

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2014/11/19/mo_sette_morti_per_l’attacco_in_sinagoga/1111572