Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
29 Settembre 2013

NIGERIA – ( 29 Settembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Grave attentato di Boko Haram in Nigeria: obiettivo una università. 50 i morti



Non si ferma la politica del terrore dei Boko Haram, in Nigeria. Un commando legato al gruppo islamista ha fatto strage in una università di Gujba, uccidendo decine di giovani. L’attacco è il terzo nell’arco di cinque giorni. I particolari da Paola Simonetti:00:00:59:66

Nel mirino ci sono i figli della Nigeria, ragazzi impegnati a farsi un’istruzione per allargare i propri orizzonti. Su di loro si scatena da diverso tempo la ferocia dei Boko Haram, gruppo terroristico di matrice islamica che ormai sistematicamente commette carneficine nel paese africano. Un commando questa volta ha fatto irruzione nel Collegio dell’Agricoltura, a Gujba, nello stato di Yobe, nord-est del paese, sparando all’impazzata e freddando gli studenti nel sonno. Almeno 50 le vittime, ma il bilancio viene considerato provvisorio: nell’istituto infatti c’erano più di mille studenti. Yobe è stato già teatro di attacchi contro le scuole: nel quale furono uccisi più di 40 studenti. Il nordest della Nigeria è in stato di emergenza militare contro la rivolta islamica attribuita ai Boko Haram, che con l’obiettivo di istituire uno Stato islamico ha ucciso centinaia di persone. Solo negli ultimi tre giorni 38 i morti in diversi attacchi nello Stato di Borno e in quello di Kaduna. Nel Borno i terroristi avevano già colpito due settimane fa uccidendo più di cento persone.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/09/29/grave_attentato_di_boko_haram_in_nigeria:_obiettivo_una_università._50/it1-732910

del sito Radio Vaticana