Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
28 Settembre 2016

SIRIA – (28 Settembre 2016)

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Il conflitto

Siria, «bombardati due ospedali»
 
 
 
 
​La zona del bombardamento di oggi, nei pressi di un ospedale (Lapresse)

 

Notizie contraddittorie sul bombardamento su due ospedali zona est di Aleppo, controllata dai ribelli siriani e assediate dalle forze del regime, sostenute dai russi. Gli attacchi sono stati denunciati da due Ong, la Società medica siriana americana (Sams) e l’Unione di organizzazioni di assistenza medica e di soccorso (Uossom, in francese), ma sono stati smentiti dall’Osservatorio siriano per i diritti umani. “È una menzogna, non c’è stato alcun attacco contro ospedali nelle ultime ore”, scrive l’Osservatorio, spiegando che invece c’è stato un bombardamento nelle vicinanze dell’M2.

«ATTACCHI DELIBERATI». I due più grandi ospedali di Aleppo sono stati colpiti da raid aerei: lo riferisce la Syrian American Medical Society (Sams), organizzazione medica che sostiene le strutture ospedaliere nei quartieri della città controllati dagli insorti. “L’attacco è avvenuto alle ore 4 locali (le 3 in Italia). Un aereo ha preso di mira entrambe le strutture“, secondo Adham Sahloul della Sams. Non è chiaro se i raid sono stati effettuati dalle forze siriane o dall’alleato russo che stanno entrambi bombardando Aleppo.

alepporaidLapresseFo_52667831.jpg

ENTRAMBI GIA’ COLPITI. Entrambi gli ospedali erano stati colpiti in precedenti attacchi aerei, secondo Sahloul, che ha parlato di bombardamenti “deliberati”. “Attualmente ci sono solo sei ospedali operativi e le strutture M2 e M10 sono state momentaneamente messe fuori uso”. Sempre secondo Sahloul, all’ospedale M10, il più grande dei due, il raid ha completamente distrutto il generatore di elettricità, responsabile anche dell’erogazione di ossigeno.

2 PAZIENTI MORTI, 3 FERITI. Tre membri dello staff sono rimasti feriti nel secondo ospedale, un conducente dell’ambulanza, una infermiera e un amministratore. “Due pazienti sono morti. Stiamo verificando se a causa del raid o perché il trattamento è stato interrotto“, Sahloul ha aggiunto. “Con questi due ospedali fuori uso, se oggi c’è un’altra offensiva come quelle di sabato o domenica significa la condanna a morte per centina di persone”, ha concluso.

aleppopaneLapresseFo_52667827.jpg
Detriti da bombardamento su pile di pane ad Aleppo (Lapresse)

«BOMBE SU GENTE IN FILA PER PANE». Sangue anche tra i civili in fila per comprare il pane ad Aleppo. Secondo quanto riferito da attiviti al sito filo-opposizione Shaam, l’aviazione del regime siriano avrebbe bombardato all’alba un forno nel quartiere di al-Maadi, nella parte orientale della città in mano ai ribelli, causando almeno 6 morti e diversi feriti. A questo attacco ne è seguito un altro dell’aviazione russa.

DA GIOVEDI’ DECINE DI VITTIME. Decine di persone sono state uccise nei bombardamenti dell’Est di Aleppo da quando giovedì l’esercito siriano ha annunciato una operazione per riconquistare la parte della città in mano ai ribelli. Le Ong per i diritti civili hanno accusato le forze siriane e russe di colpire deliberatamente strutture mediche. Amnesty International ha accusato mesi fa gli alleati di voler “radere al suolo gli ospedali come parte della loro strategia militare”.

«VERSO BATTAGLIA DI TERRA». Truppe lealiste si starebbero ammassando dentro e fuori Aleppo per condurre una vasta offensiva di terra, la più massiccia dalla fine della tregua la settimana scorsa. Lo riferisce la tv panaraba al Jazira, citando testimoni locali. Le fonti affermano che anche le forze di opposizione armate si stanno preparando alla battaglia all’interno della città.

© riproduzione riservata

Il testo originale e completo si trova su:

http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/siria-aleppo-bombardati-due-ospedali.aspx