Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
7 Gennaio 2015

SIRIA – ( 7 Gennaio 2015 )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

L’Opac: in Siria usato gas cloro contro tre villaggi

Convoglio Opac di ritorno dalla Siria (foto d’archivio) – EPA

Ha suscitato perplessità e polemiche in seno al consiglio di sicurezza Onu il rapporto dell’Opac, Organizzazione per la proibizione della armi chimiche, che stabilisce l’uso di gas di cloro nell’attacco contro tre villaggi siriani. E sempre in Siria sarebbero stati 160 i bambini uccisi lo scorso anno in attacchi alle scuole. Francesca Sabatinelli:

Tre villaggi attaccati con 13 morti e tra le 300 e 500 persone colpite. Il rapporto Opac lascia pochi margini ai dubbi e certifica, si legge,  “con un alto grado di fiducia” che in Siria nel 2014 sia stato utilizzato gas di cloro. Per gli Stati Uniti, che citano testimoni oculari, è certezza che la responsabilità sia del governo di Assad, sebbene il rapporto non stabilisca quale parte in conflitto sia stata. Perplessità è stata espressa da Gran Bretagna e Francia, mentre per la Russia, alleata di Damasco,  della vicenda si dovrà discuterne in sede Opac e  non al Consiglio di Sicurezza. Intanto, in un altro rapporto, dell’Unicef, si documenta sempre in Siria la tragica stima di 160 bambini uccisi in attacchi alle scuole e di oltre 340 feriti. Oltre un milione  e mezzo invece i minori costretti ad abbandonare gli studi a causa del conflitto, che complessivamente ha causato più di 200mila morti. Nel frattempo si contano decine di vittime, tra militari, miliziani alleati e integralisti islamici, anche in Iraq che nella sola giornata di ieri ha  visto un attentato kamikaze contro combattenti sunniti filo-governativi e subito dopo scontri con l’esercito di Baghdad.

Il testo originale e completo si trova su:

http://it.radiovaticana.va/news/2015/01/07/lopac_in_siria_usato_gas_cloro_contro_tre_villaggi__/1117155