Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
21 Gennaio 2012

IRAQ – (21 Gennaio )

Iraq: a Sulaymanya una comunità religiosa aperta a cristiani e musulmani
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Un monaco, tre postulanti e una novizia a lavoro nel Kurdistan iracheno per dar vita ad un luogo di preghiera e di incontro con l’islam. I cinque religiosi siriani animeranno una comunità nell’antica parrocchia della Vergine Maria, nel cuore della cittadina curda irachena di Sulaymanya. Vuole essere simbolo di speranza e impegno, per dare nuove prospettive ai cristiani rimasti. Nella chiesa, si legge su terrasanta.net, si stanno ridipingendo le sale che ospiteranno i visitatori, si stanno stuccano le crepe e, al posto delle vecchie panche, saranno srotolati dei tappeti per la preghiera, secondo gli usi del primitivo cristianesimo orientale e dell’islam. L’idea è quella di creare un luogo dove ogni credente, a prescindere dalla sua fede, possa trovarsi a casa sua, imparare il dialogo. E pregare. La comunità, sostenuta dall’arcivescovo di Kirkuk, mons. Loius Sako, sarà composta – come a Mar Musa, in Siria – da monaci e monache e sarà aperta a coloro che vi si vorranno fermare. (T.C.)

Il testo completo si trova su:

 
http://www.radiovaticana.org/it1/print_page.asp?c=556086